menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il decalogo "Dpcm autonomo"

Il decalogo "Dpcm autonomo"

Ristoratori Dpcm autonomo, anche a Verona arriva la manifestazione "#ioapro1501"

Al momento sono 5 o 6 i locali veronesi che annunciano di voler tener aperto

«Nei giorni di tante e troppe censure, voglio usare la mia Pagina per dare voce all'iniziativa di Umberto Carriera, un imprenditore di Pesaro, che ha già raccolto decine di migliaia di adesioni in tutta Italia con #ioapro. Con norme di sicurezza anti-Covid ancora più stringenti, il 15 gennaio terranno aperti bar e ristoranti, anche per cena». A scrivere queste parole sui social è il leader della Lega Matteo Salvini, con riferimento specifico agli organizzatori di "#ioapro1501", vale a dire la campagna social (e non solo) da parte di alcuni ristoratori che hanno deciso di tenere aperti i loro locali (rispettando i protocolli) anche dopo le ore 18 nella giornata di venerdì.

La manifestazione, viene spiegato in uno dei tanti video tutorial promossi a livello nazionale, «si svolgerà nel pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie». Nello stesso filmato si spiega inoltre che «questa iniziativa non ha di per sé l'intento di esprimere dissenso contro il governo, bensì la volontà di esprimere da parte di questi soggetti, che senza dubbio costituiscono le categorie più colpite dai provvedimenti restrittivi adottati dall'esecutivo, il pieno e libero esercizio dei propri diritti costituzionalmente garantiti». Oltre a ciò, nel filmato di presentazione dell'iniziativa, si dice che «vi è l'intento di dimostrare il relativo senso di responsabilità e la capacità di lavorare rispettando e facendo rispettare le regole di prevenzione da Covid-19 che sono e rimangono regole fondamentali».

Post Facebook Matteo Salvini - Ioapro1501

Post Facebook Matteo Salvini - Ioapro1501

L'iniziativa si è poi ramificata con la nascita di numerosi gruppi Telegram a livello regionale, ma anche provinciale. Ne esiste uno per il Veneto, così come ne esiste uno per la provincia di Verona. In quest'ultimo caso l'adesione non pare finora essere massiccia, tanto che un partecipante scrive con riferimento al capoluogo scaligero: «Ad oggi la peggior città con minor adesione è Verona, mi vergogno di essere veronese». Punti di vista, evidentemente. Tra i locali che in un "post fissato in alto" del gruppo Telegram di Verona annunciano la loro apertura, ne risulta uno in via Centro, un altro alle Golosine in via Tanaro, poi uno in viale Manzoni, quindi un locale a Bussolengo in via Piemonte ed un altro in via Roma a San Giovanni Lupatoto. Un amministratore del gruppo Telegram scrive con disappunto: «Cinque locali su 414 membri, chiudo i commenti». Qualcuno poi ricorda che anche a Vicenza le cose non vanno meglio, solo 11 anche lì per ora le adesioni: «Non facciamoci battere dai magna gatti!», commenta un utente del gruppo Telegram. A livello nazionale i promotori parlano di «oltre 50 mila adesioni» e di un'«Italia che riparte in sicurezza».

ioapro post Facebook 11 gennaio 2021

ioapro post Facebook 11 gennaio 2021

Insomma, monta e si diffonde anzitutto via social l'iniziativa, ma con effetti concreti, poiché a quanto si legge nel gruppo Telegram di "#ioapro1501" a Verona e provincia in alcuni di questi locali già ora si starebbe facendo il servizio al tavolo: «I locali nell'elenco sono già aperti? Cioè si può consumare seduti?», domanda un membro del gruppo. La risposta di un "proprietario" è: «Sì». Lo slogan della campagna nazionale è il seguente: «Io apro per non chiudere più». Viene anche spiegato in tutti i gruppi di "#ioapro1501" che sarà fornita assistenza legale in caso di sanzioni o chiusure dei locali, mentre è stato poi stilato quello che viene definito il «Dpcm autonomo», con una serie di indicazioni da rispettare durante l'apertura.

Ioaproverona 1501

Dal gruppo Telegram "ioapro Verona 1501"

Nel decalogo si legge appunto che verrà fornito «supporto legale alle attività in caso di sanzione», ma anche «supporto legale ai nostri sostenitori (clienti) in caso di sanzione». Poi viene specificato che andranno portati i «conti al tavolo alle ore 21.45», bisognerà rispettare le «norme anti Covid (sanificazione, gel)», quindi l'invito a fare una «foto col nome del tuo locale» da postare poi su "#ioapro1501". Infine due altre annotazioni: per l'apertura dei locali il 15 gennaio vige la «modalità offerta libera per i clienti sostenitori (con scontrino)», mentre l'invito nel rapportarsi alle forze dell'ordine è quello di mantere una «disobbedienza gentile», perché «le forze dell'ordine sono a fare il loro lavoro». 

dpcm autonomo ioapro1501-2

Il decalogo "Dpcm autonomo"
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Veneto in area "rosso scuro" per l'Europa. Zaia: «Dati fuorvianti»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento