menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ministro della Salute Roberto Speranza - foto Facebook

Il ministro della Salute Roberto Speranza - foto Facebook

Virus e viaggi, nuova ordinanza. Speranza: «Numero nuovi casi nel mondo preoccupante»

Registrati 284.196 positivi in più in sole 24 ore. Obbligo quarantena, ecco cosa cambia

«Il numero di nuovi casi nel mondo continua a crescere in modo preoccupante. Ieri sono stati registrati 284.196 positivi in più in sole 24 ore». A dichiararlo, in relazione alla pandemia da coronavirus Sars-CoV-2, è stato quest'oggi il ministro della Salute Roberto Speranza che ha poi specificato: «Dobbiamo tutelare il nostro Paese dentro un quadro internazionale che sta peggiorando. Viviamo in un solo pianeta. Questa battaglia si vince con determinazione e solidarietà».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso ministro Speranza giusto ieri, venerdì 24 luglio, aveva firmato una nuova ordinanza che dispone l’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per coloro che entrano in Italia da Bulgaria o Romania o vi ha soggiornato/transitato negli ultimi 14 giorni: «Ho appena firmato una nuova ordinanza che dispone la quarantena per i cittadini che negli ultimi 14 giorni abbiano soggiornato in Romania e Bulgaria. - aveva dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza - Questa misura è già vigente per tutti i Paesi extra Eu ed extra Schengen. Il virus non è sconfitto e continua a circolare. Per questo occorre ancora prudenza e attenzione».

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento