rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Violenza in famiglia, arrestato trentaseienne

L'uomo, di nazionalità romena, agiva spesso sotto l'effetto dell'alcool e davanti ai figli minorenni. La donna presentò in precedenza la denuncia salvo poi cedere alle minacce del marito e ritirarla.

Ipotesi di reato di violenza sessuale, minacce aggravate continuate e maltrattamento in famiglia. Sono queste le accuse che hanno portato all'arresto di un uomo di 36 anni di nazionalità romena che avrebbe più volte violentato la moglie, dopo averla picchiata e minacciata con un coltello, usato poi per tagliarle i capelli, il tutto davanti ai figli minorenni e sotto l'effetto dell'alcool. 

La donna in precedenza, stanca degli abusi del marito, fuggì di casa rifugiandosi da un'amica e rivolgendosi alla polizia. Ma il marito con le sue minacce riuscì a convinverla a ritirare la denuncia e a ritornare tra le mura domestiche. La richiesta di arresto però è stata comunque inoltrata dagli agenti che, agendo d'ufficio, hanno saputo ricostruire la vicenda permettendo alla Procura di formulare la richiesta accolta successivamente dal Gip.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza in famiglia, arrestato trentaseienne

VeronaSera è in caricamento