rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Violenza al concerto dei Litfiba, arrestato 29enne

Un 29enne residente nella provincia di Brescia è stato arrestato dai finanzieri del comando provinciale e dagli agenti della questura. Poco prima dell'inizio del concerto

Un 29enne residente nella provincia di Brescia è stato arrestato dai finanzieri del comando provinciale di Verona insieme agli agenti della questura. Il tutto a pochissimi minuti dall'inizio del corcerto dei Litfiba.

Nella serata del primo maggio infatti, in occasione del concerto che si è tenuto in Arena, il soggetto ha cerceto di entrare nell’anfiteatro forzando le transenne che delimitano la zona di accesso riservato, aggredendo con un pugno il personale della società privata addetto ai servizi di vigilanza della manifestazione e dandosi alla fuga.

Ma in quei concitati frangenti, i finanzieri -in quel momento in servizio per la repressione di violazioni nel settore dei marchi contraffatti- hanno inseguito l’aggressore riuscendo a bloccarlo nonostante i calci e i pugni che il ventinovenne non ha risparmiato ai due militari della Guardia di Finanza intervenuti su di lui.

In visibile stato confusionale, una volta fatto accomodare su di una sedia a rotelle messa a  disposizione dall’unità mobile di pronto soccorso della Croce Verde di Verona, il soggetto è riuscito tuttavia a svincolarsi in maniera repentina e violenta; ha colpito con un pugno all’addome un agente della Polizia di Stato nel frattempo intervenuto con un altro collega e si è dato nuovamente alla fuga in direzione della consistente folla di fans del gruppo musicale, al fine di dileguarsi.

Anche questo tentativo non è andato a buon fine; il ventinovenne, pur ingaggiando una seconda violenta colluttazione con gli appartenenti alle Forze dell’ordine, è stato infatti definitivamente bloccato e tratto in arresto per i reati di lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale.


Nella mattinata odierna il ventinovenne bresciano è comparso davanti al Giudice Monocratico del Tribunale di Verona, Dottoressa Cristina Angeletti, che ha convalidato l’arresto, rimesso in libertà il ventinovenne e rinviato il giudizio alla data del 30 maggio 2012.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza al concerto dei Litfiba, arrestato 29enne

VeronaSera è in caricamento