rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Castel d'Azzano / Via I Maggio

Viola arresti domiciliari per acquistare stupefacenti, 30enne portata in carcere

La donna, domiciliata a Castel d'Azzano, non avrebbe rispettato altri obblighi imposti dall'autorità giudiziaria, continuando a frequentare persone che non fanno parte del suo nucleo familiare

Ieri, 14 ottobre, i carabinieri di Castel d'Azzano hanno eseguito un'ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Verona portando in carcere una cittadina albanese di 30 anni, residente nel mantovano ma domiciliata a Castel d'Azzano.

La donna era stata arrestata nell'aprile scorso a Verona per spaccio di stupefacenti e dal mese di agosto era stata sottoposta agli arresti domiciliari a Castel d'Azzano. L'indagata aveva ottenuto dei permessi per uscire di casa per motivi di lavoro ma, attraverso i loro servizi di controllo, i militari hanno dimostrato che la 30enne almeno in una circostanza non avrebbe rispettato i domiciliari, essendo stata sorpresa mentre stava acquistando sostanze stupefacenti. Inoltre, non avrebbe rispettato altri obblighi imposti dall'autorità giudiziaria, continuando a frequentare persone che non fanno parte del suo nucleo familiare.

Il gip, dopo aver ricevuto il rapporto dall’Arma operante, ha formulato una nuova ordinanza più restrittiva, disponendo la carcerazione della 30enne a Montorio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola arresti domiciliari per acquistare stupefacenti, 30enne portata in carcere

VeronaSera è in caricamento