menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto © Ennevi-VeronaFiere

Foto © Ennevi-VeronaFiere

Verona, ecco Vinitaly 2015, si parte il 22 marzo: tutte le informazioni. Eventi, parcheggi, programma

La prossima edizione, la 49esima, si svolgerà fino al 25 marzo e sarà proiettata al business con delegazioni da cinque continenti. I numeri parlano di oltre 4mila espositori per un totale di 91mila metri quadrati

La prossima edizione di Vinitaly, la 49esima, che si svolgerà dal 22 al 25 marzo sarà proiettata al business con buyer e delegazioni da cinque continenti. I numeri parlano di oltre 4mila espositori, in molti casi anche di brand leader, per un totale di 91mila metri quadrati. Una edizione quella di quest'anno che vede innanzitutto il fondamentale riconoscimento da parte del governo del sistema fieristico come perno essenziale per la promozione all'estero.

"Possiamo presentare insieme un appuntamento fondamentale per il sistema italiano, perché Vinitaly rappresenta nel mondo tutta l’esperienza vitivinicola nazionale. A Verona sarà l’occasione per fare insieme il punto delle cose fatte dal Governo per la semplificazione burocratica e l’internazionalizzazione delle nostre aziende e per lanciare i nuovi obiettivi oltre l’Expo 2015, tra questi il Testo Unico sul vino, per la riorganizzazione e il riordino del comparto". Il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, ha così rilanciato l’impegno del Governo a supporto del vino italiano e la validità della collaborazione messa in atto nel tempo con Veronafiere per l’attuazione di politiche di sviluppo economico e di promozione del Made in Italy sui mercati internazionali. Sarà proprio Martina a inaugurare Vinitaly, domenica alle 10e30. Una partecipazione prolungata del ministro che proseguirà per tutta la durata della manifestazione, insieme al suo vice Andrea Olivero, con una serie di appuntamenti. Tra le figure internazionali del settore, per la prima volta interverrà Jean Louis Barjol, direttore del Coi, Consiglio Oleicolo Internazionale. Lunedì pomeriggio è prevista la visita del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

"Siamo consapevoli del ruolo che ci è stato riconosciuto dalle aziende e dalle istituzioni – ha affermato Ettore Riello, presidente di Veronafiere – di piattaforma di servizi per l’internazionalizzazione delle imprese.  Con questo impegno stiamo lavorando per raggiungere l’obiettivo lanciato lo scorso anno dal presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita a Vinitaly, di incrementare l’export di vino del 50% entro il 2020". "Coerenti con l’identità b2b del Salone – ha spiegato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – Vinitaly 2015 sarà punto di arrivo di un’intensa attività di incoming, che abbiamo realizzato e potenziato con l’importante supporto del Ministero dello Sviluppo economico, dell’Italian Trade Agency  e anche grazie al Ministero dell'Agricoltura. L’unione delle forze ci ha permesso di coinvolgere buyer e delegazioni di operatori selezionati da tutto il mondo, con un incremento dell’investimento finanziario del 34% rispetto allo scorso anno".

VINITALY 2015, IL CALENDARIO CON TUTTI GLI APPUNTAMENTI DEL VINO

VINITALY 2015: DIVIETI, PARCHEGGI, CONTROLLI. TUTTE LE INFORMAZIONI

CURIOSITA': 576MILA BOTTIGLIE STAPPATE. ECCO IL BUSINESS ALTERNATIVO DEL VINO

I DATI 2014 - Il 2014 è stato difficile per varie congiunture internazionali, ma il sentiment delle aziende è positivo, come risulta da un’indagine di Vinitaly su 30 tra le realtà enologiche più importanti. Si tratta di un panel significativo per il volume d’affari espresso, complessivamente circa 2 miliardi di fatturato, e per la dinamicità imprenditoriale. Ne è emerso che nel 2014 si è registrata una crescita del fatturato delle cantine italiane pari al 5% rispetto al 2013 e, dato importante, il 55% di queste esprime fiducia per il 2015; il 35% in questi primi due mesi ha già avuto riscontri positivi e il 5% prevede un anno molto positivo. "Abbiamo imparato che di questi tempi è difficile fare previsioni e che i numeri cambiano velocemente, specie alla luce dei repentini e imprevedibili cambi negli assetti geopolitici internazionali che possono avere effetti diretti sul comparto, ma è indiscutibile – ha concluso Mantovani - che il settore vitivinicolo italiano mostra la sua vivacità e capacità di crescita".

Il 49esimo Vinitaly è stato proprio pensata per permettere a produttori e operatori di amplificare al massimo le opportunità che si stanno delineando e per crearne di nuove. Incontri b2b sono stati organizzati tra i buyer delle delegazioni ospitate e le aziende espositrici all’interno dell’International Buyer Lounge. Un grande convegno, richiesto da consorzi di tutela, aziende vitivinicole e altre realtà del settore, approfondirà invece il tema delle trattative ITTP (Trattato Transatlantico sul commercio e gli investimenti con gli USA). A questo, si aggiungono i focus su Hong Kong, Cina, USA, Russia, Brasile, Australia.

La fiducia sulla qualità delle iniziative di Vinitaly è confermata dal consolidamento oltre quota 4mila del numero di espositori e della superficie occupata sopra i 91mila metri quadrati, che diventano 100mila con "Sol&Agrifood" ed "Enolitech", i saloni dell’agroalimentare di qualità (con la parte dedicata all’olio extravergine di oliva realizzata in collaborazione con Unaprol) e dei mezzi tecnici per la filiera del vino e dell’olio che si svolgono in contemporanea.

I BIG EVENTS - Tra le grandi iniziative di Vinitaly, OperaWine in programma il 21 marzo in collaborazione con l’autorevole rivista americana Wine Spectator e, dal 16 al 20 marzo sempre a Verona, il primo Corso di certificazione per specialisti del vino italiano. Si tratta di un’innovativa iniziativa VIA - Vinitaly International Academy (il progetto educativo di Vinitaly International con la direzione scientifica di Ian D’Agata), che rilascia, dopo un esame finale, due livelli di certificazione: Italian Wine Ambassador (IWA) e Italian Wine Expert (IWE). Cinquanta i candidati, in rappresentanza di alte professionalità del settore (responsabili di alcune delle principali catene internazionali di hotel, giornalisti, Master of Wine) provenienti da Cina, Stati Uniti, Australia, Austria, Brasile, Canada, Corea, Francia, Germania, Hong Kong, Olanda, Regno Unito, Russia, Singapore e Ucraina. Sempre organizzate dalla VIA, tre Master Class+ durante Vinitaly, non solo di vini italiani. In collaborazione con Ismea un convegno sui vini artigianali, un’altra grande ricchezza dell’enologia italiana.

A Vinitaly, anche la presentazione ufficiale di Vino – A taste of Italy, il padiglione del vino all’interno del Padiglione Italia dell’Esposizione Universale di Milano, realizzato da Veronafiere-Vinitaly su incarico del Ministero delle politiche agricole, Padiglione Italia ed Expo 2015 SpA. 

PER IL VENETO - 513, questo il numero delle aziende che esporranno la loro produzione al Vinitaly 2015: una rappresentanza importante quella del Veneto che vede in testa, per numero di presenze in Fiera la provincia di Verona con 229 realtà, seguita da Treviso con 181 imprese, Vicenza con 40, Padova con 34, Venezia con 29. Una fotografia importante che sottolinea il valore del settore vitivinicolo in Veneto. Non un “popolo di ubriaconi”, come disse qualcuno, ma un popolo che ha saputo fare del vino un’arte riconosciuta e apprezzata per la qualità e il gusto in ogni angolo del mondo. I vini DOCG, DOC e IGT del Veneto sono in totale 52: 14 DOCG, 28 DOC e 10 IGT.

Elenco convegni

https://www.vinitaly.com/areaVisitatori/convegni/newedition/1/

Elenco degustazioni

https://www.vinitaly.com/areaVisitatori/degustazioni/newedition/1/

Mappa Vinitaly 2015

https://www.vinitaly.com/areaVisitatori/mappa/
 

VINITALY 2015 – STAND REGIONE DEL VENETO (Pad. 4 - D4/E4) PROGRAMMA COMPLETO:
DOMENICA 22 MARZO

Piano Terra

12.00 Inaugurazione dello stand alla presenza del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia

15.00 “Un Sorso di Lago” - Lugana DOC - Bardolino DOC/DOCG
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

16.00 “I Vini dei Vulcani” - Soave DOC - Gambellara DOC - Colli Euganei DOC/DOCG
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

17.00 “All’ombra di Giulietta” Custoza DOC - Garda DOC
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

LUNEDì 23 MARZO

Piano Terra

10.30 Crescere per far crescere. La P.A. come strumento di competitività d’impresa
AVEPA e ISMEA: obiettivi raggiunti, sfide future e strategie comuni

13.00 “La collina in un sorso” Colli Berici DOC - Colli di Conegliano DOC
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

14.30 “I caratteri di una bolla” Durello DOC - Prosecco DOC
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

16.00 " Le grappe dei grandi vitigni veneti "
Degustazione a cura dell’Istituto Grappa Veneta

17.00 “Quando il vino viene da lontano” Venezia DOC - Breganze DOC
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

Piano Superiore

11.00 Presentazione tappe del Giro d’Italia nel Veneto – alla presenza del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e del Direttore del Giro D’Italia Mauro Vegni

16.30 "L'ambiente, la geografia, il gusto del suolo Veneto" -  a cura dell’Assessorato all’Ambiente - iniziativa organizzata nell’ambito della Settimana dell’Ambiente Veneto

MARTEDì 24 MARZO

Piano Terra

10.00 – 14.30 Le Aziende venete incontrano i buyers internazionali
Incontri B2B riservati alle aziende che hanno aderito all’iniziativa

15.00 Presentazione della guida “Smart Tourism” -  a cura dell’Associazione Italiana Persone Down, sezione Marca Trevigiana

16.00 “Sorsi d’eccellenza” Valpolicella DOCG - Conegliano Valdobbiadene DOCG
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

17.00 “Una vite nella sabbia” Arcole DOC - Merlara DOC
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

Piano Superiore

11.00  "I grandi temi della ricerca viticola enologica in Europa" - a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC, Università di Padova, Università di Verona e Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano  C.R.A.

16.30 Vino e pesce nel veneziano. Alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti in compagnia dei pescatori del compartimento marittimo di Venezia - a cura di CISET- Ca' Foscari,  Gruppo Azione Costiera Veneziano e VeGaL

MERCOLEDI’ 25 MARZO

Piano Terra

11.30 “PIWI”, i vitigni resistenti. Il lavoro di Veneto Agricoltura sui vitigni resistenti alle malattie fungine.
Degustazione della varietà: Muscaris, Johanniter e Solaris, (a bacca bianca,  spumantizzati); Prior e Gamaret (a bacca rossa) - a cura di Veneto Agricoltura

13.00 “Vino, Storia ed Arte” Valdadige DOC - Asolo e Montello DOCG
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

14.00 “Dai monaci, gastaldi e fattori, storie di vino del contado” Corti Benedettine DOC - Bagnoli DOC
Degustazione a cura dell’Unione Consorzi Vini Veneti DOC e Associazione Italiana Sommelier - Veneto

15.30 " Il legno e le grappe venete "
Degustazione a cura dell’Istituto Grappa Veneta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento