menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vinitaly 2013: dal vino di Al Bano alla botte dei record, ecco le curiosità della prima giornata

Etichette firmate dal mitico Milo Manara e prosecchi imbottigliati a suon di musica classica: al salone vitivinicolo ieri si poteva trovare tutto questo e molto di più

Come ogni anno, anche nel 2013 Vinitaly è sì un luogo d'incontro per addetti ai lavori, posto perfetto per firmare contratti da centinaia di migliaia di euro, ma anche un salone che accoglie tanti appassionati e tante stranezze, coacervo d'incontri interessanti e vetrina per le tante celebrità locali e nazionali che possono vantare una qualsiasi scusa valida per essere presenti alla manifestazione vitivinicola.

VINITALY 2013: TUTTE LE INFORMAZIONI

DA GUINNESS – Ovviamente non si parla della famosa stout irlandese, dato che anche per il 2013 al di là degli stand dei panini la birra non ha trovato molto posto al salone scaligero dedicato a vino e distillati. Invece non si può che restare ammirati davanti ad un vero e proprio record: quello della botte più grande del mondo. Da Guinnes, appunto, quello “dei primati”, però. È della cantina Menegolli della Valpantena e può contenere 425 ettolitri di vino pari a 56.666 bottiglie. La “Superba” realizzata dalla ditta Garbellotto di Conegliano, ribattezzata Giulietta e Romeo in onore di Verona, sulle due facciate riporta la scena del balcone, riproducendo la formella dello scultore veronese Sergio Pasetto, con un bassorilievo in legno.

FINGERSI SOMMELIER PER SCROCCARE UN BICCHIERE IN PIU'

MUSICA DA STAR – Anche la musica sembra essere stata protagonista dell'inaugurazione di ieri: allo stand delle Tenute Carrisi la folla ha circondato Al Bano, venuto per presentare “Felicità”, il suo vino bianco. ?Intanto al padiglione del Veneto Antonella Clerici teneva a battesimo “Nona Sinfonia”, il frutto della singolare sperimentazione enologica di Claudia Adami, la più giovane produttrice di Prosecco Superiore Docg Conegliano Valdobbiadene, che ha voluto creare un vino con la musica dentro: uno spumante fermentato e cresciuto in bottiglia con l´accompagnamento di una continua suite sinfonica durante il processo biologico di maturazione.

COME ENTRARE GRATIS AL SALONE SCALIGERO

BELLEZZE IN PUNTA DI MATITA – Se la bellezza spontanea di Giusy Buscemi, l'attuale miss Italia, ha fatto capolino all'auditorium Verdi, dall'altro lato del salone il grande disegnatore Milo Manara, vera istituzione italiana quando si parla di sensualità disegnata, ha presentato nello stand dell'azienda Allegrini l'etichetta speciale realizzata per i trent'anni di produzione della “Grola”, una delle linee del pregiato vino della Valpolicella di casa Allegrini. Il disegno è stato ispirato alla leggenda di Beniamino, riscoperta dal regista e attore Alessandro Anderloni, presente all'incontro. Poco prima nello stand di Allegrini erano passati Red Canzian dei Pooh, accompagnato da Luca Sartori, presidente di Siquria, per un assaggio di vini, e l'allenatore veronese Alberto Malesani, produttore di vino in pectore con i suoi sette ettari in alta Val Squaranto con l´etichetta La Giuva, ispirato ai nomi delle figlie Giulia e Valentina, per la produzione di Valpolicella superiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento