Villa Pullè al Chievo, Boeri chiama Tosi e garantisce l'invio di una proposta

Potrebbe sorgere un nuovo parco pubblico aperto ai cittadini, là dove attualmente sorge la storica Villa Pullè al Chievo, in stato di abbandono e degrado da diversi anni

Nella mattinata di ieri sabato 23 aprile il sindaco di Verona Flavio Tosi ha ricevuto una chiamata dal presidente dell'Inps Tito Boeri. A darne notizia è TgVerona che riporta come al centro della telefonata vi fosse la storica Villa Pullè, un edificio collocato a Chievo e che da anni è al centro di polemiche per la situazione di abbandono in cui versa.

La proprietà dell'immobile è suddivisa tra Comune, Provincia e per l'appunto Inps. Il presidente Boeri avrebbe dunque comunicato al primo cittadino scaligero di aver ricevuto la documentazione inviatagli riguardante la villa, assicurando che nel giro di breve tempo perverrà sul tavolo di Tosi una concreta proposta circa la possibilità di una ristrutturazione e rivalutazione dell'edificio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In linea di massima, il progetto dovrebbe prevedere l'abbattimento del muro posto dinanzi alla piazza del Chievo, in modo anche da consentire l'ingresso a quello che dovrebbe essere un nuovo parco pubblico aperto ai cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Un successo la spesa a Km Zero a domicilio dei produttori veronesi

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

Torna su
VeronaSera è in caricamento