Villa Pullè al Chievo, Boeri chiama Tosi e garantisce l'invio di una proposta

Potrebbe sorgere un nuovo parco pubblico aperto ai cittadini, là dove attualmente sorge la storica Villa Pullè al Chievo, in stato di abbandono e degrado da diversi anni

Nella mattinata di ieri sabato 23 aprile il sindaco di Verona Flavio Tosi ha ricevuto una chiamata dal presidente dell'Inps Tito Boeri. A darne notizia è TgVerona che riporta come al centro della telefonata vi fosse la storica Villa Pullè, un edificio collocato a Chievo e che da anni è al centro di polemiche per la situazione di abbandono in cui versa.

La proprietà dell'immobile è suddivisa tra Comune, Provincia e per l'appunto Inps. Il presidente Boeri avrebbe dunque comunicato al primo cittadino scaligero di aver ricevuto la documentazione inviatagli riguardante la villa, assicurando che nel giro di breve tempo perverrà sul tavolo di Tosi una concreta proposta circa la possibilità di una ristrutturazione e rivalutazione dell'edificio.

In linea di massima, il progetto dovrebbe prevedere l'abbattimento del muro posto dinanzi alla piazza del Chievo, in modo anche da consentire l'ingresso a quello che dovrebbe essere un nuovo parco pubblico aperto ai cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento