Vigasio, bracciante trovato morto in casa con la lama di un coltello nel petto

A trovarlo sul letto è stata la moglie che ha chiamato il 118. I sanitari hanno poi allertato i carabinieri che indagano a tutto campo per capire se si tratti di un suicidio o di un omicidio

Sul letto, sdraiato sulla schiena e con una coltello piantato nel petto. Così una donna ha trovato sabato sera, 14 luglio, suo marito in casa, in corso Vittorio Emanuele II a Vigasio. L'uomo è un cittadino rumeno, padre di tre figli, in Italia per motivi lavorativi. Era un bracciante.

La donna ha subito chiamato il 118, ma i sanitari non hanno potuto fare altre che accertare il decesso dell'uomo. È stato il 118 a dare poi l'allarme ai carabinieri. Sul posto sono intervenuti gli uomini della stazione di Vigasio, quelli del nucleo operativo e radiomobile di Villafranca e la scientifica di Verona. L'indagine procede a tutto campo e si attende l'esito dell'autopsia per capire se si tratti di un caso di omicidio oppure di un suicidio.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • La clinica San Francesco riconosciuta dalla regione Veneto come “struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica”

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento