menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Famiglia in vacanza, ma il vicino fa buona guardia e sventa un furto

Ha sentito dei rumori sospetti e ha chiamato la polizia. Gli agenti hanno circondato la zona di via Salomoni e poi hanno arrestato il topo d'appartamento dopo un breve inseguimento

Un cittadino albanese di 35 anni, iniziali R.D., in Italia senza fissa dimora è stato arrestato nella notte tra ieri e oggi, 24 e 25 agosto, dagli uomini di tre squadre volanti della polizia di Verona per un furto in abitazione. Per lui è stata disposta la custodia cautelare in carcere, con udienza fissata al prossimo 30 settembre.

Fondamentale il rapido intervento degli agenti, ma ancor più importate è stata la chiamata di un vicino di casa alla sala operativa della questura. L'uomo, residente in uno stabile di via Salomoni, ha segnalato dei rumori provenienti da un appartamento. Rumori molto sospetti perché la famiglia che abita in quell'appartamento era in vacanza.

I poliziotti sono intervenuti circondando la zona per chiudere tutte le vie di fuga. Poi, uno degli operatori è salito sul balcone dell'appartamento segnalato, al secondo piano dalla palazzina. L'agente ha visto che la tapparella era stata forzata e con cautela ha illuminato le stanza interne, sentendo anche lui passi e altri rumori.

Il topo d'appartamento si è visto scoperto e ha tentato una fuga saltando da un balcone all'altro ed entrando anche in altri appartamenti dello stabile. Le grida dei residenti, svegliati dall'estraneo, non hanno distratto gli uomini delle volanti che non hanno mai perso di vista il fuggitivo. Quest'ultimo, cercando un'ultima via di scappare, si è buttato da un terrazzo del primo piano, rovinando a terra sul vialetto dei garage. Nel punto della sua caduta, però, è stato raggiunto e bloccato dagli agenti.

Oltre al sequestro dei guanti, utilizzati per non lasciare impronte, di un coltello a serramanico e di un cacciavite, gli agenti hanno trovato una cospicua somma di denaro e dei gioielli che saranno poi controllati dai proprietari dell'appartamento derubato, per confermarne la provenienza. Intanto, però, la polizia ha contattato telefonicamente la famiglia vittima del furto che si trovava in vacanza. Descrivendo via telefono i beni risultati rubati, i proprietari dell'appartamento li hanno riconosciuti come propri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento