menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltella un 30enne in via Pisano. Arrestato dai carabinieri, ora è in carcere

Il responsabile è stato scoperto dai militari nonostante il tentativo di depistaggio da parte della convivente. La vittima è stata subito trasportata al pronto soccorso di Borgo Trento

Nottata intensa quella del 2 febbraio per i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Verona. A seguito di una chiamata al 112, le pattuglie sono intervenute in via Pisano. Davanti a un portone, i militari hanno trovato un trentenne ferito al collo e al petto da un'arma da taglio. Al suo fianco, una donna che cercava di aiutarlo. Prima di indagare su cosa fosse successo, i carabinieri hanno pensato all'incolumità del ferito facendolo trasportare in fretta al pronto soccorso dell'ospedale di Borgo Trento.

Una volta messa in sicurezza la vittima, gli uomini dell'Arma hanno cominciato a fare domande alla donna, che inizialmente ha provato a depistare le indagini, indicando come autore dell'accoltellamento il patrigno del ragazzo. L'uomo sarebbe poi fuggito via, ma sulle motivazioni dell'accoltellamento la donna non è stata molto chiara. I carabinieri, vedendo la donna troppo confusa e contraddittoria, hanno cercato altrove la verità, trovandola.

La ricostruzione dei militari ha permesso di risalire al convivente della donna, non presente sulla scena del crimine perché risalito a casa. Sarebbe stato lui ad aver accoltellato il trentenne. I carabinieri sono entrati nell'appartemento della donna, trovando il convivente 19enne tranquillamente seduto sul divano con della cocaina davanti a se. Parte la perquisizione, che porta a rinvenire il giubbino indossato dal giovane ancora imbrattato di sangue, e il coltello a serramanico utilizzato per colpire al petto e al collo l'altro uomo.

Sono in corso gli accertamenti per comprendere meglio il movente del ferimento che comunque pare essere legato al mondo del traffico di stupefacenti. Il 19enne è stato tratto in arresto per tentato omicidio e lesioni personali aggravate. Oggi, 5 febbraio, l'udienza di convalida ha disposto per l'arrestato la custodia cautelare in carcere. La donna è stata invece denunciata a piede libero per favoreggiamento.

Sono stati posti sotto sequestro circa 3 grammi di cocaina, il giubbotto e il coltello dell'accusato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento