Via Legnago, tenta rapina al Famila. 24enne arrestato dalla Polizia

Il giovane è stato bloccato in via Porto Tolle dagli agenti delle Volanti, dopo una fuga dal supermercato, inseguito da due dipendenti e dalla guardia giurata

Una Volante della Polizia di Verona

Ieri pomeriggio, 1 marzo, A.M., ventiquattrenne pluripregiudicato di origine marocchina, è stato arrestato dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona con l'accusa di tentata rapina impropria.

L'arresto è stato effettuato in via Porto Tolle dove, intorno alle 13.30, gli agenti sono intervenuti a seguito di una segnalazione pervenuta alla centrale operativa della questura. Secondo le dichiarazioni rese dal denunciante, vicedirettore del Famila di via Legnago, lo straniero si era introdotto poco prima nel supermercato, attirando sin da subito l'attenzione dell'addetto alla vigilanza e di alcuni dipendenti del negozio che decidevano di tenerlo sotto controllo, mantenendosi a breve distanza. L'uomo è stato sorpreso mentre infilava nelle tasche dei pantaloni alcuni oggetti esposti nel reparto di elettronica e, successivamente, ha occultato all'interno del proprio giubbotto alcune bottiglie di liquore. Dopo aver prelevato altri beni alimentari, lo straniero si è diretto alle casse, dando la parvenza di voler regolarmente pagare la merce prelevata dagli scaffali, salvo poi allontanarsi frettolosamente in direzione dell'uscita.
A quel punto il giovane, già all'esterno del negozio, si è accorto di essere seguito da due dei dipendenti e dalla guardia giurata e ha cercato di fuggire. Nel tentativo di allontanarsi più velocemente, ha anche abbandonato lungo la strada le bottiglie di alcolici sottratte.
Raggiunto e fermato dopo alcune decine di metri, lo straniero in un primo momento si è dimostrato collaborativo ed intenzionato a pagare quanto asportato, poi ha assunto un atteggiamento ostile ed è riuscito nuovamente a fuggire dopo aver spinto a terra i due dipendenti del supermercato.
Bloccato definitivamente in via Porto Tolle dagli agenti delle Volanti, A.M. è stato arrestato e, dopo gli accertamenti, accompagnato al suo domicilio in attesa del rito direttissimo.

Questa mattina, dopo la convalida dell'arresto, il giudice ha disposto nei confronti dello straniero la sospensione della pena a seguito della condanna a 10 mesi e 20 giorni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento