menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un posto di blocco dei carabinieri di Verona

Un posto di blocco dei carabinieri di Verona

Butta giù il vetro di un'auto per prendere il portafogli ma il proprietario chiama il 112

L'uomo aveva parcheggiato da poco in via Ferrari, a Verona, quando ha udito il suono del finestrino che s'infrangeva. Giunti sul posto, i carabinieri della stazione di San Massimo hanno arrestato il ladro in flagranza di reato

Ha notato il portafogli che il proprietario aveva sbadatamente lasciato in auto e ha provato ad impossessarsene, ma l'uomo era ancora nelle vicinanze ed ha allertato il 112. Sono stati dunque i carabinieri della stazione di San Massimo, nel pomeriggio di domenica, ad arrestare il cittadino marocchino classe 1988 in flagranza del reato di furto aggravato. 

Il nordafricano, che risulta essere pregiudicato e disoccupato, si trovava in via Ferrari, a Verona, quando il suo sguardo è stato attirato da una Toyota Avensis parcheggiata lungo la strada: nel veicolo infatti era presente un portafogli, così ha ben pensato di infrangere il vetro per appropriarsi del denaro, circa 30 euro, e anche dei documenti presenti. 
Peccato che il conducente e proprietario dell'auto, un uomo d'origine moldava classe 1968, avesse parcheggiato da poco, trovandosi ancora in prossimità del mezzo, al punto da riuscire a udire l’infrangersi del finestrino. Avvisata subito l'Arma, sul posto è giunta una pattuglia che ha colto il ladrunculo sul fatto. 
Lunedì mattina il cittadino marocchino è comparso davanti al giudice per il rito direttissimo, al termine del quale ha convalidato il provvedimento e disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, in attesa dell'udienza rinviata a giugno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento