menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Eroina, "erba", hashish, nascosti in camera da letto: 44enne veronese nei guai

L'uomo è finito in manette mercoledì insieme alla compagna per mano dei carabinieri di Forlì, che dopo una serie di appostamenti hanno deciso di passare all'azione e di perquisire i due e la loro abitazione

Un veronese di 44 anni e la sua convivente, una donna nigeriana di 44 anni, entrambi residenti a Forlì, sono stati arrestati dai carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia locale, per aver allestito un sorta di piccolo "bazar della droga" nella loro abitazione. 
Come riportano i colleghi di ForlìToday, i due, entrambi già noti alle forze dell'ordine per precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, sono finiti in manette nella serata di mercoledì, al termine di un blitz che avrebbe visto i militari sequestrare mezzo chilo di marijuana, 25 grammi di hashish, 100 grammi di sostanza da taglio e 10 grammi di eroina già divisi in dosi e pronti per esser venduti: tutto nascosto nella camera da letto

L'attività antidroga degli uomini dell'Arma avrebbe preso il via da una serie di pedinamenti effettuati nei pressi dell'abitazione della coppia, nel centro della città mercuriale. Mercoledì sera è scattata la fase operativa: i due sarebbero stati perquisiti mentre rincasavano, ma è in casa che gli operatori avrebbero poi trovato lo stupefacente, che confermerebbe dunque i sospetti che li vedevano al centro di un'attività di spaccio.
Il giorno seguente il giudice ha convalidato l'arresto (pubblico ministero Filippo Santangelo), disponendo l’obbligo di dimora nel Comune di Forlì e la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria due volte al giorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Veneto in area "rosso scuro" per l'Europa. Zaia: «Dati fuorvianti»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento