Cronaca Belfiore / Via Linale

Schiacciato da un trave in cemento sul lavoro: si indaga sulla morte di Francesco

Gli uomini dello Spisal intervenuti stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica degli eventi che hanno portato alla morte dell'uomo di 45 anni, mentre il sostituto procuratore ha disposto il sequestro dei mezzi

È stato un incidente tanto semplice quanto tragico quello che nella giornata di ieri ha posto fine alla vita di Francesco Mariglioni, 45 anni, mentre lavorava in un cantiere in via linale, nella periferia di Belfiore. 
L'area edile è di proprietà della Max Di, la catena di grande distribuzione che comprende i marchi Galassia, Iperfamila, Famila, A&O e Cash and Carry, che intende costruirvi un nuovo deposito. I lavori sono giunti alla fase in cui bisogna alzare lo scheletro della struttura, issando piloni di sostegno sui quali vengono poggiate le travi di cemento armato lunghe diversi metri. Per svolgere tale mansione vengono utilizzate delle gru della ditta Dini, un'azienda del Parmense. Stando alle ricostruzioni finora eseguite, il 45enne stava eseguendo una manovra con il braccio del mezzo alzato quando ha urtato contro una delle pesantissime travi in cemento che è precipitata proprio sopra la sua cabina. 
"Ero a poca distanza e lavoravo con un'altra gru - ha raccontato un collega dello sfortunato operaio al quotidiano L'Arena - ho sentito un gran frastuono e poi ho visto il mezzo distrutto: ho capito subito che la situazione era grave". 

Due squadre dei vigili del fuoco, una delle quali con una gru, sono immediatamente giunte sul posto insieme all'elicotteri di Verona Emergenza ma per Mariglioni non c'è stato nulla da fare e il personale medico ha solo potuto constatare il decesso. Gli uomini dello Spisal sono intervenuti per eseguire i rilievi del caso e ricostruire l'esatta dinamica. Il sostituto procuratore di turno Simona Macciò, informata dell'accaduto, ha disposto il sequestro dei mezzi. I prossimi accertamenti consentiranno di attribuire eventuali responsabilità per quanto accaduto.
Si tratta del secondo incidente che si verifica nel cantiere di via Linale: a metà gennaio un operaio cadde da 10 metri d'altezza, salvandosi miracolosamente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato da un trave in cemento sul lavoro: si indaga sulla morte di Francesco

VeronaSera è in caricamento