Cronaca Zevio / Via Perzacchetto

Approfittano delle tenebre per saccheggiare il cimitero: rubate le statue in bronzo

Gli abitanti di Perzacco, una frazione di Zevio, hanno avuto una brutta sorpresa al loro risveglio: alcuni banditi infatti hanno fatto razzia delle raffigurazioni in bronzo di angeli e Madonna presenti nel camposanto

Di certo non sono andati ad omaggiare i propri defunti, i malviventi che nella notte tra sabato e domenica hanno fatto "visita" al cimitero di Perzacco, una frazione di Zevio, nel quale hanno fatto razzia di statue in bronzo, alcune della quali anche di ragguardevoli dimensioni, che raffiguravano angeli e la Madonna. I furti ai danni delle tombe hanno riguardato inoltre un consistente numero di grossi vasi per fiori. Per riuscire a prelevare le raffigurazioni, i criminali hanno persino rotto alcune lapidi e il conteggio dei danni, non ancora definitivo, potrebbe aggirarsi intorno ai 100mila euro. Sulla vicenda, che ha lasciato attoniti tutti gli abitanti della frazione, stanno ora indagando carabinieri e polizia municipale. 

Tra i primi ad accorgersi dell'episodio, c'è Giorgio Borsini, intervistato dal giornale L'Arena: "I ladri devono essere entrati in azione dopo le 2.30 di notte, perché fino a quell'ora un gruppo di giovani ha tenuto una festa in una casa vicina al cimitero. Per entrare hanno spaccato il lucchetto della portina sul muro di cinta di sinistra, dove probabilmente hanno parcheggiato il furgone usato per la razzia. E poi, per staccare le statue dalle tombe, devono aver lavorato con la mazza". 
Un angelo in bronzo grande circa quanto un uomo, e quindi dal peso ragguardevole, è stato staccato dal suo basamento di marmo e poi abbandonato li accanto. Sorte simile è toccata anche un'altra raffigurazione, lasciata appoggiata al muro di una cappellina poco distante, con il cancelletto forzato. Probabilmente qualcosa ha disturbato i ladri, che hanno ben pensato di darsi alla fuga con il bottino già prelevato. Un terzo angelo infine è stato ritrovato in un campo limitrofo al cimitero. 
Le testimonianze di alcuni cittadini inoltre raccontano che già nel mese di novembre vi fu un problema simile, quando in occasione del Giorno dei Morti sparirono circa una trentina vaschette in rame utilizzate per dar da bere alla piante. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approfittano delle tenebre per saccheggiare il cimitero: rubate le statue in bronzo

VeronaSera è in caricamento