Cronaca Monteforte d'Alpone / Via Vittorio Emanuele II

Si reca al centro massaggi dopo la visita dal cardiologo ma viene colto da un infarto

Dopo aver passato la mattinata in una struttura sanitaria per alcuni controlli, un 64enne di Monteforte D'Alpone si è diretto in un punto estetico ad Arlesega ma il cuore lo ha abbandonato

Deceduto in un centro massaggi nel Padovano. Una "morte naturale" su cui però sono state proposte speculazioni. Un 64enne di Monteforte D'Alpone, non ha fatto in tempo a chiamare aiuto.  L'uomo, sofferente di patologie cardiocircolatorie, si trovava nelle stanze di via Nievo 3, ad Arlesega (Padova), gestito da una giovane ragazza di origini cinesi, quando è stato colto improvvisamente da un infarto. "Si spogli e mi chiami quand'è pronto", gli avrebbe detto la ragazza, a quanto hano riportato i giornali locali, quando l'uomo si è presentato nel centro intorno alle ore 15. Dalla stanza in cui sarebbe stato fatto accomodare però, non è più giunta alcuna voce e la giovane allora sarebbe andata a controllare temendo fosse successo qualcosa: al suo ingresso nella stanza il 64enne si trovava accasciato a pancia in giù a ridosso del lettino.

Compresa immediatamente la gravità della situazione, la donna ha lanciato l'allarme. Sul posto sono arrivati i soccorritori del Suem di Vicenza, che hanno vanamente tentato di rianimare l'uomo con un massaggio cardiaco. Su ordine del magistrato, la salma è stata trasferita all'obitorio dell'ospedale di Padova dove già oggi sarà sottoposta da parte del medico legale a un esame esterno, prima di riconsegnarla ai familiari per i funerali. 

Intanto al centro massaggi di Arlesega sono stati messi i sigilli, in quanto i carabinieri avrebbero evidenziato alcune irregolarità: ad esempio al momento del fatto non sarebbe stato presente il direttore tecnico, ossia l'estetista con certificato di abilitazione. Alla titolare, una giovane cinese residente in paese, i militari hanno anche rifilato una sanzione amministrativo. 

PURE SPECULAZIONI -A noi risulta un'altra verità. Nostro padre non ci aveva mai messo piede prima di martedì, ci si è rifugiato accusando un malore e lì, riverso sul pavimento, lo hanno trovato”, queste le prime dichiarazioni delle famiglia riportate dal sito de L'Arena, che mette così in discussione la precedente versione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si reca al centro massaggi dopo la visita dal cardiologo ma viene colto da un infarto

VeronaSera è in caricamento