Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Veronetta / Via San Vitale

Verona, "ehi, vuoi della cocaina?" ma la offre ad un poliziotto: inseguimento a piedi per Veronetta

Un vero peccato (per il pusher) che quella persona avvicinata dal 19enne, nazionalità italiana ma origini eritree, fosse un poliziotto fuori servizio, che stava rientrando in caserma. La fuga dura poco

Ha completamente sbagliato zona e persona. Evidentemente c'è crisi anche nel settore dello spaccio di droga dato che è stato il pusher, a dir poco sventato, a cercare possibili acquirenti e non il contrario. Peccato che quella persona avvicinata dal 19enne, nazionalità italiana ma origini eritree, fosse un poliziotto. E' accaduto intorno alle 00e40 di mercoledì, quando un agente delle Volanti, fuori servizio, stava rientrando alla caserma in via San Vitale: è stato avvicinato da un giovane di colore che gli ha offerto di acquistare della cocaina. Accortosi poi della "non opportunità" della sua proposta commerciale, ovviamente scoperta la qualifica dell’acquirente, il giovane si è dato alla fuga ma il poliziotto, dopo un tortuoso inseguimento a piedi per Veronetta, è riuscito a riacciuffarlo.

Grazie al personale della Volante giunta in supporto, lo spacciatore è stato perquisito e trovato in possesso di 13 involucri di polvere bianca, per un peso complessivo di 9 grammi. Per tale motivo il 19enne è stato tratto in arresto per il reato di detenzione e spaccio di stupefacenti. Il giudice ha convalidato la misura disponendo poi gli arresti domiciliari in attesa del giudizio, che si terrà nei prossimi giorni.

FUORI DA SCUOLA - Un altro episodio di spaccio si era svolto la mattina stessa, verso le 10, quando la polizia, supportata da una pattuglia dell’esercito, transitando nei pressi dell’istituto "San Carlo", aveva notato due ragazzi che, alla vista dell'auto di servizio, avevano cominciato a defilarsi in modo sospetto. La preparazione dedegli agenti ha portato così ad approfondire il semplice "sospetto" e quindi i due ragazzi sono stati fermati ed identificati. Nei guai sono finiti un ragazzo diventato maggiorenne da poco e un 20enne russo residente in provincia di Verona. Nello zainetto di quest’ultimo è stato trovato un involucro di cellophane ovale, contenente 7,5 grammi di hashish, motivo per cui il giovane straniero è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "ehi, vuoi della cocaina?" ma la offre ad un poliziotto: inseguimento a piedi per Veronetta

VeronaSera è in caricamento