Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca via Tribunale

Verona, violenza sessuale sulla bimba di tre anni: vicino di casa assolto

La presunta vittima ha raccontato tutto dopo dieci anni, in un tema scolastico ricco di particolari scabrosi. Ora ha 16 anni ma durante i vari colloqui con investigatori e psicologi ha fornito troppe contraddizioni

A tre anni avrebbe subito abusi dal vicino di casa. La terribile denuncia dell'ennesimo caso di pedofilia era emersa nel 2011, dal suo tema in classe, a distanza di dieci anni dalla vicenda. L'accusa era piovuta sul nuovo vicino di casa, all'epoca 40enne, di un paese del Garda. Molte le versioni, alcune delle quali contrastanti, riportate dalla ragazza, nel corso dei colloqui con investigatori e magistrati. Per questa ragione l'uomo è stato assolto. Le numerose dichiarazioni fornite a psicologi, esperti, genitori e inquirenti non hanno convinto il Tribunale a formulare una condanna nei confronti del vicino di casa. Lui, fin dal primo momento, si era dichiarato innocente: mai avrebbe anche solo pensato di potersi avvicinare alla bambina con intenti libidinosi. Ora la faccenda sembra essersi risolta con l'assoluzione piena.

A farlo finire nei guai era stato quel racconto scritto sul foglio. Un tema in cui erano riportati diversi dettagli intimi e particolareggiato su tutti gli atteggiamenti dell'adulto verso la piccola. L'insegnante, allibita dalla lettura, aveva chiamato in causa la dirigente scolastica e alcuni psicologi che avevano cominciato a vagliare il racconto della 15enne. Tutto era poi finito in Tribunale. Lo stesso che ora ha deciso di chiudere fascicolo e storia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, violenza sessuale sulla bimba di tre anni: vicino di casa assolto

VeronaSera è in caricamento