Cronaca Legnago / Via Pilastrina

Verona, violenta discussione con il vicino di casa: tra i litiganti spunta pistola che semina il panico

Una polemica mentre madre e figlia erano in orto e al culmine della quale la più giovane era corsa in casa e ne era uscita con una scacciacani che avrebbe puntato alle gambe dell'uomo "esagitato"

Una lite tra vicini: volano insulti, parolacce, qualche spintone. E infine una pistola. Si trattava di una scacciacani che spara a salve, priva del tappo rosso. Mica lo sapeva, però, colui che se l'è vista puntare contro. E infatti nel cortile si era sparso un sentimento di terrore e sgomento. L’arma, come voleva il suo possessore, ha fatto tacere di colpo ogni polemica. Peccato che quelle minacce non siano piaciute ai vicini di casa che ha subito chiamato i carabinieri. Succede nella mattina di domenica, nella frazione di Legnago, Vangadizza, in via Pilastrina. Erano le 11 quando il 55enne aveva acceso un diverbio con moglie e figlia del vicino 76enne.

Una discussione mentre la donna più anziana stava raccogliendo le verdure nell’orto e al culmine della quale la figlia era corsa in casa e ne era uscita con una pistola scacciacani che avrebbe puntato alle gambe del vicino “esagitato”. I carabinieri, giunti sul posto, hanno dovuto sequestrare l’arma a salve più, a scopo precauzionale, i fucili da caccia regolarmente detenuti dal veronese. Sarebbe attesa ora le denuncia del 55enne. La donna rischia un’accusa di minaccia aggravata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, violenta discussione con il vicino di casa: tra i litiganti spunta pistola che semina il panico

VeronaSera è in caricamento