Cronaca Centro storico / Via del Pontiere

Verona, i vigili scaligeri premiati sulla sicurezza stradale: "L'esempio arrivi in primis dagli adulti"

Il comandante Amltamura: "Invitare i genitori a portare i bambini a scuola a piedi, come avviene a Verona da qualche anno ha l'importante effetto di educare i ragazzi fin da piccoli alle regole della circolazione e della prudenza"

La polizia municipale di Verona è stata premiata a Reggio Emilia per aver partecipato alla Campagna sulla sicurezza dei pedoni promossa dal ministero dei Trasporti e dall’Anci. La cerimonia si è svolta nella sala rossa del Comune emiliano dove, dopo i saluti del sindaco Ugo Ferrari, si sono alternati gli interventi di tecnici comunali e comandanti di polizia locale, che hanno affrontato il tema relativo alla sicurezza dei pedoni, sia da un punto di vista strutturale e progettuale che operativo e di controllo.

Nella sua relazione, il comandante Luigi Altamura ha evidenziato i sistemi tecnologici utilizzati a Verona, e ha illustrato le campagne di comunicazione (pedometro e Progetto8punti) promosse la scorsa primavera per l’educazione stradale dei bambini. “Invitare i genitori a portare i bambini a scuola a piedi, come avviene a Verona da qualche anno –ha spiegato Altamura- ha l'importante effetto di educare i ragazzi fin da piccoli alle regole della circolazione e della prudenza, così da farli crescere consapevoli per poter diventare progressivamente buoni ciclisti, motociclisti e infine, con il passare degli anni, automobilisti. Purtroppo le abitudini di vita nei grandi centri urbani non portano in questa direzione, con bambini che crescono sui sedili delle auto, trasportati ovunque da adulti talvolta indisciplinati al volante, con gravi conseguenze sulle competenze acquisite quando, a 14 anni, i ragazzi iniziano a muoversi in scooter”.

Sono state 110 le Amministrazioni comunali italiane che hanno organizzato eventi durante la settimana della sicurezza dei pedoni, con un milione circa di cittadini coinvolti. Tra i progetti non solo informazione e sensibilizzazione, ma anche miglioramento di strutture e attraversamenti, piste ciclabili, controlli e progetti innovativi, come il bici bus, che a Reggio Emilia è adottato da 10 anni senza alcun incidente sui bambini. Dai dati Istat sugli incidenti stradali emerge che mentre il numero di incidenti e di feriti tra il 2000 e il 2012 è diminuito (del 25% circa gli incidenti e del 43% i decessi), il numero di pedoni investiti resta invece sostanzialmente invariato: 21.005 nel 2000 contro i 20.752 del 2012.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, i vigili scaligeri premiati sulla sicurezza stradale: "L'esempio arrivi in primis dagli adulti"

VeronaSera è in caricamento