menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spunta un coltello nella lite tra fratelli in via Pellico: denunciato un 28enne

Altri due uomini sono stati arrestati dalla Questura scaligera durante la settimana nella zona di Veronetta: su entrambi pendeva un ordine di carcerazione dal quale stavano scappando

Nonostante il rinnovato sforzo profuso dalla Questura nel nuovo progetto di contrasto alla criminalità a Veronetta, con conseguente sensibile impiego di personale, continuano senza sosta anche le ordinarie attività di indagine, come quelle della Squadra Mobile nell’ambito dell’attività finalizzata alla ricerca dei provvedimenti restrittivi e delle Volanti nel costante controllo del territorio.

Il primo a cadere nelle maglie dei controlli della Squadra Mobile è stato H.N., 34enne rapinatore rumeno, scovato intorno alle 20.00 di giovedì sera dagli Agenti della Catturandi presso un’abitazione a San Michele. L’uomo, sul quale pende un ordine di carcerazione per 2 anni, 7 mesi e 24 giorni di reclusione emesso dalla Procura di Verona a luglio, è stato bloccato e condotto in carcere dove sconterà la pena alla quale era temporaneamente sfuggito.

Ieri mattina, invece, è stato il turno di I.M., 26enne pakistano ricercato dai primi di agosto poiché responsabile dei reati di furto e spaccio di sostanze stupefacenti. Rintracciato intorno alle 9.20, l’uomo è stato prontamente associato alla Casa Circondariale di Montorio dove sconterà 1 anno, 3 mesi e 18 giorni di reclusione.

Di questa notte, invece, l’ultimo intervento degli Agenti delle Volanti, chiamati da numerosi residenti di Via Pellico per una violenta lite in strada. Arrivati sul posto, i poliziotti hanno trovato due giovani fratelli pakistani i quali non si stavano più fronteggiando ma che presentavano numerose ferite alle braccia, dalle quali perdevano parecchio sangue. La spiegazione era poco lontana, nascosta tra il marciapiede e la ruota di un’auto parcheggiata, dove i poliziotti hanno trovato un lungo coltello da cucina ancora sporco di sangue. Ricostruita la dinamica della vicenda, uno dei due, l’aggressore, N.P.D.P.S.P., 28enne pakistano residente a Verona, è stato denunciato a piede libero per lesione personali aggravate dall’uso del coltello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento