Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Veronamercato: tensioni in Consiglio. La decisione è rimandata alla prossima riunione

La proposta di modificare lo statuto dell'ente ha trovato la ferma opposizione della minoranza e la scarsa compattezza della maggioranza. La prossima settimana si discuterà anche della revoca alla mozione del 1995

L'annosa querelle su Veronamercato sembra lontana dall'esaurirsi. Il Consiglio comunale si è chiuso ieri sera, dopo la proposta dell'assessore Toffali di modificare lo statuto dell'ente, in modo particolare per ciò che riguarda la figura del Direttore Generale. Tra le altre cose, è stata illustrata la possibilità di nominare un Direttore di Mercato, che dipenda gerarchicamente dal Direttore Generale, e che risponda al Consiglio d'Amministrazione. Ma la proposta, nata dalla volontà di smuovere l'attuale stallo, ha trovato la decisa opposizione della minoranza (in quanto non risolverebbe il problema). Daniele Polato, di Forza Italia, e Michele Bertucco, capogruppo del Pd, erano in prima linea.

Anche la maggioranza si è rivelata, però, poco compatta nell'affrontare il tema e Zanotto ha dichiarato chiusa la seduta, rimandando la discussione alla prossima settimana. Molti sono i temi che dovranno essere affrontati nella prima sessione utile, dal momento che il Consiglio non si riuniva da due mesi. Di non secondaria importanza sarà, come riporta "L'Arena", la risposta del sindaco Tosi alla richiesta di Alberto Zelger di fare un passo indietro sulle coppie di fatto. Anche la discussione della revoca della mozione del 1995, ritenuta omofoba, dovrà trovare spazio alla prossima riunione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronamercato: tensioni in Consiglio. La decisione è rimandata alla prossima riunione

VeronaSera è in caricamento