Verona, vede la polizia e fugge, scatenando l'inseguimento: in corsa getta la droga e scaglia la bici

I poliziotti di Verona avevano notato due tossicodipendenti già conosciuti che bighellonavano verso San Zeno. Perlustrando le vie limitrofe avevano poi incrociato un 33enne che se l'è data a gambe per non essere acchiappato

Non ha resistito a far perdere le proprio tracce alla pattuglia. Proprio per questo ha attirato le attenzioni degli agenti che si sono lanciati all'inseguimento del tipo "sospetto". È accaduto in corso Milano, verso le 18e20 di domenica, quando i poliziotti della questura di Verona avevano notato due tossicodipendenti dalla facce conosciute che bighellonavano verso San Zeno. Perlustrando le vie limitrofe avevano incrociato un cittadino straniero a bordo di una bicicletta il quale, non appena notata la Volante, ha cominciato a svoltare velocemente nelle traverse vicine, aumentando la pedalata. In pochi minuti, però, la pattuglia è riuscita ad aggirare la manovra di "evasione" e ha bloccato il fuggitivo che, per tutta risposta, ha scagliato la bicicletta contro l’auto di servizio per poi darsi alla fuga a piedi. Inseguito prontamente da uno dei poliziotti, l'uomo durante la fuga si è disfatto di quattro piccoli involucri buttandoli vicino ad un tombino, rallentando poi ulteriormente la corsa per smontare il cellulare ed eliminare ogni traccia delle chiamate e dei contatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raggiunto dai due poliziotti, l’uomo è stato bloccato e ammanettato, nonostante i violenti tentativi di divincolarsi. Le dosi di eroina e il telefonino smontato sono stati recuperati dalla strada mentre addosso al fuggitivo stati trovati 15 euro in contanti. Alla luce di quanto accertato, il 33enne tunisino senza fissa dimora in Italia, è stato tratto in arresto per i reati detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, resistenza, violenza a p.u. nonché danneggiamento aggravato. Processato lunedì mattina per direttissima, gli sono stati comminati 10 mesi di reclusione, pena sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento