Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Zai / Via Augusto Righi

Lo vede infrangere il vetro dell'auto per rubare la borsa e lo segue, poi chiama il 113

È stato preziosissimo il contributo dato da un cittadino scaligero alla polizia per arrestare un 26enne ucraino. L'uomo lo ha visto nel parcheggio di un'azienda mentre rubava una borsa e poi non lo ha più perso di vista

È stato fondamentale il contributo dato da un cittadino scaligero alle forze dell'ordine nell'arresto di P.O., un 26enne di origini ucraine accusato di furto aggravato. 

L'uomo ha chiamato il 113 intorno alle 14.40, avvertendo la Squadra Volanti che, a bordo della propria auto, stava seguendo un immigrato dell'est europeo con una giacca scura, che poco prima aveva infranto il vetro di un'auto nel cortile interno di una ditta in via Righi per rubare la borsa presente all'interno. Gli agenti sono allora intervenuti immediatamente ma il criminale si era già dileguato nel parcheggio interno della Coldiretti, lungo Viale del lavoro.
Le ricerche hanno subito preso il via e i risultati non si sono fatti attendere: il criminale, che nel mentre si era tolto la giacca,  è stato individuato dai poliziotti mentre cercava di allontanarsi a piedi dallo stabile. Riconosciuto grazie alle precise indicazioni fornite dal cittadino, è stato fermato e sottoposto ai controlli della polizia. Nell'occasione sono stati trovai gli indumenti di cui si era liberato per cercare di confondersi e anche la borsa sottratta dal veicolo. A questo punto è scattato l'arresto per il 26enne con l'accusa di furto aggravato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo vede infrangere il vetro dell'auto per rubare la borsa e lo segue, poi chiama il 113

VeronaSera è in caricamento