Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Valverde / Via Salvo D'Acquisto

Verona, ubriaco picchia la compagna: pugni e schiaffi fino a mandarla in ospedale

Donna di 39 anni vittima del violento rumeno di 26. Da tempo ne era soggiogata ma non aveva mai segnalato nulla ai carabinieri. In alcuni casi le aveva rotto il naso, provocato trauma cranico e spostato la mandibola

Soggiogata dal suo compagno e picchiata. La credeva "roba sua", così, ogni volta che era su di giri, si sfogava sulla donna. Su di lei, che per nascondere le violenze di cui era vittima era stata pronta a mentire all'ospedale. Questo fino all'altro giorno, quando i carabinieri di Verona lo hanno arrestato. Nei guai è finito un cittadino rumeno di 26 anni che, ubriaco, dopo essere stato a una festa con la sua convivente, una moldava di 39 anni, l’ha picchiata facendola finire in ospedale, come già successo in altre circostanze mai denunciate per paura di più gravi ritorsioni. La donna, casalinga, si è decisa a denunciare quel maschio brutale, di professione camionista, all'alba di domenica, dopo l'ennesimo sfogo violento. Nell'ultimo caso, avvenuto in casa di lei, nei pressi della Zai di Verona, sono volati schiaffi e insulti. Sono bastati tre numeri, quelli del 112, per far finire quell'incubo. Dopo pochi minuti sono arrivati i militari di pattuglia, che l'hanno immobilizzato e trasferito in cella. L'accusa di cui dovrà rispondere davanti al giudice è quella di maltrattamenti in famiglia. Un reato che sarebbe stato "continuato" nella loro abitazione, già in passato teatro di aggressioni che erano costate alla donna una frattura delle ossa nasali, un trauma cranico e una contusione alla mandibola, per le quali aveva riportato quasi quaranta giorni di prognosi.

L'uomo, secondo le testimonianze raccolte, non avrebbe esitato a sferrarle anche pugni sul viso, costringendola a ricorrere più volte alle cure ospedaliere. In alcuni casi lei era arrivata a mentire a medici e infermieri che le chiedevano le cause delle tumefazioni. "Incidenti sportivi", avrebbe risposto. Sarà proprio grazie ai referti medici che i carabinieri potranno ricostruire tutta la violenza subita dalla poveretta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ubriaco picchia la compagna: pugni e schiaffi fino a mandarla in ospedale

VeronaSera è in caricamento