menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede dell'Ater a Verona

La sede dell'Ater a Verona

Verona, "tutto pronto per la prossima primavera": a Villafranca l'Ater consegna 27 appartamenti popolari

Un’ottantina di persone in tutto, tra anziani, coppie, bambini potranno contare su quell’aiuto che il Comune di Villafranca aveva promesso da tempo e su cui l'azienda ha investito 3,5 milioni. Dopo lo stop ai lavori di 2 anni si torna a regime

Entro la prossima primavera 27 famiglie in difficoltà avranno una casa. Un’ottantina di persone in tutto, tra anziani, coppie, bambini potranno contare su quell’aiuto che il Comune di Villafranca aveva promesso da tempo e che ora, grazie all’intervento dell’Ater, trova soluzioni a Dossobuono. Proprio lì, in via Torre, sorgerà il nuovo complesso in cui agli inquilini verranno affidati alloggi popolari a prezzo calmierato. I lavori erano iniziati nel 2009 ma di mezzo c’è stato uno stop di quasi due anni. Il progetto esecutivo era stato approvato il 30 novembre di quasi 5 anni fa, i lavori erano iniziati a luglio dell’anno dopo. Ater ha previsto un investimento di circa 3 milioni e mezzo di euro.

Negli ultimi giorni, spiega L’Arena, sono stati installati infissi e ora si darà il via alla posa dei pavimenti. Poi verrà il turno degli ascensori e delle tinteggiature esterne. A dicembre dovrebbe essere concluso tutto. Poi i due mesi per le pratiche burocratiche e le finiture, con i collaudi. Il Comune ha già previsto le graduatorie: le assegnazioni per alloggi popolari avvengono tramite bando, ogni due anni. Nel 2013 le liste segnavano 159 famiglie in attesa ma solo dieci erano riuscite ad ottenere un tetto perché la difficoltà consisteva proprio nella mancanza di disponibilità. Quando Ater consegnerà le chiavi al Comune, gli alloggi saranno consegnati ai primi in graduatoria. Tutti già occupati gli appartamenti in piazza IV Novembre e via Molini. Altri inquilini invece rifiutano i posti vacanti, come quelli nel quartiere Collodi, perché ritenuto degradato. Come spiega l’assessore ai Servizi sociali di Villafranca, Nicola Terilli, sul quotidiano locale,

«La maggior parte delle famiglie in attesa è composta da nuclei numerosi. Ma c'è una buona percentuale di anziani e di persone sole che non riescono ad accedere al mercato degli affitti e vedono nell'edilizia agevolata l'unica risposta alle loro esigenze. Quello di via Torre è, dunque, un intervento prezioso».

IL COMUNE DI VERONA RICORRE CONTRO ATER SUGLI ALLOGGI DI VILLAFRANCA

In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento