Cronaca Piazza Erbe

Vini pregiati, ristoratore compra a prezzo elevato 12 bottiglie di falso Bordeaux. "Truffatori abili, casi in tutta Italia"

L'esercente del Maffei in piazza Erbe è stato raggirato da una donna e un uomo. Lei prenota un tavolo e chiede di procurarle le bottiglie presso un rappresentante. L'imbroglio costa caro al commerciante che perde 880 euro per vino di qualità scadente

Il titolare del ristorante Maffei, sito in piazza Erbe, è stato raggirato da due truffatori che gli hanno “rifilato” 12 bottiglie di scadente Bordeaux al prezzo di 73 euro all’una. I due, una donna e un uomo, hanno agito in accordo.

La signora che ha detto di chiamarsi Frasi si è presentata nel locale prenotando un tavolo per la sera stessa, chiedendo poi al ristoratore di procurarle le bottiglie di vino presso un rappresentante che non vendeva a privati ma solo a esercizi commerciali. Dopo gli accordi con il venditore, nel ristorante è giunto un imballaggio sgualcito portato dal fattorino, un uomo di 35 anni.

Il rappresentante si è scusato del fatto che la confezione fosse ridotta in quelle condizioni ma la fretta dell’operazione non aveva reso possibile fare altrimenti. I soldi, 880 euro come si legge sulle pagine de L’Arena, sono stati ritirati senza l’emissione della fattura.

All’ora di cena poi non si è più presentato nessuno e il commerciante ha capito che il vino che gli era stato venduto era di qualità infinitamente più scadente rispetto al previsto. La stessa truffa era capitata ad altri ristoratori a Genova, Torino, Sanremo e Parma. Quando i carabinieri hanno chiamato il rappresentante, l’uomo ha pure fatto dell’ironia, ha detto che li aspettava. Adesso si spera che le indagini riescano a smascherare i responsabili della truffa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vini pregiati, ristoratore compra a prezzo elevato 12 bottiglie di falso Bordeaux. "Truffatori abili, casi in tutta Italia"

VeronaSera è in caricamento