Cronaca

Verona, trovati in possesso di documenti falsi e rubati: un veronese e una nigeriana nei guai

Un uomo di 43 anni è stato denunciato perché in possesso di una carta d'identità rubata e di due coltelli con un lama lunga una decina di centimetri. Una 35enne invece ha tentato di compilare le pratiche di residente con un un passaporto in parte falsificato

Un uomo di 43 anni veronese senza fissa dimora è stato denunciato all'Autorità giudiziaria per falsa attestazione sull'identità, porto abusivo d'arma e ricettazione, dopo essere stato controllato lo scorso lunedì mentre viaggiava su un bus senza biglietto.

Agli agenti della Polizia municipale, chiamati dal personale Atv, l'uomo aveva dichiarato di essere senza carta d'identità ed aveva invece mostrato quella che sosteneva essere del figlio. Dagli accertamenti è emerso però che l'uomo stava usando un documento rubato. Perquisito, è risultato in possesso non solo del suo documento personale, ma anche di due coltelli con lama lunga una decina di centimetri. L'uomo è stato perciò denunciato in stato di libertà. I coltelli e la carta d'identità rubata sono stati posti sotto sequestro.

Sabato mattina una donna di 35 anni di nazionalità nigeriana è stata invece fermata all'interno degli uffici dell'Anagrafe, dove si era recata per pratiche di residenza; la donna è infatti risultata in possesso di un passaporto in parte falsificato. Il documento è stato perciò sottoposto a sequestro e la donna segnalata all'Autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, trovati in possesso di documenti falsi e rubati: un veronese e una nigeriana nei guai

VeronaSera è in caricamento