Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Franceschine

Verona, trasferta a Innsbruck per far nascere la Tav del Brennero e l'Alta velocità con Padova

La Provincia di Verona ha ottenuto dai vertici Rfi due incontri che si terranno in città entro fine dicembre e che verranno estesi ai sindaci. Si affronteranno le questioni dell'ingresso a nord del Corridoio I e quelle della tratta ad Est

Trasferta a Innsbruck (Austria) del presidente della Provincia Antonio Pastorello per la riunione dei presidenti Cab-Comunità di azione del Brennero e l'incontro con il governatore del Tirolo, Guenther Platter. Due i risultati ottenuti. Il primo riguarda il tema dell'Alta velocità e dei suoi tracciati in territorio veronese, il secondo lo scambio turistico fra Verona e Innsbruck.

Per quanto riguarda la Tav, Pastorello ha ottenuto dai vertici Rfi due incontri che si terranno a Verona entro fine dicembre e che verranno estesi ai sindaci. Si affronteranno le questioni dell'ingresso a nord di Verona del Corridoio I (che riguarda i comuni di San Pietro in Cariano, Pescantina e Verona) e quelle della tratta Verona-Padova con i comuni dell'Est Veronese. Sul fronte turistico, invece, il presidente del Tirol ha espresso la sua volontà a stringere relazioni più strette con Verona su vari fronti e per questo sarà in Provincia in primavera per studiarne le formule operative.

“La trasferta di mercoledì mattina è stata proficua - ha spiegato Pastorello -. La Provincia e i sindaci avranno la possibilità di confrontarsi direttamente con i vertici Rfi: fra qualche settimana sulla cosa più urgente che è il progetto preliminare dell'ingresso a nord di Verona fino a San Massimo, in fase di ultimazione progettuale. Mentre successivamente incontreremo chi si occupa della tratta Verona-Padova, per valutare con i sindaci la soluzione progettuale più opportuna. Sono due buone occasioni per far pesare le esigenze del nostro territorio. Inoltre, ritengo particolarmente utile anche la conoscenza con il governatore Platter, che non avevo mai incontrato. Ho trovato in lui un grande amico di Verona e un convinto assertore dell'importanza di lavorare insieme per il bene delle rispettive aree, che sono strettamente legate non solo per i flussi turistici ma anche per altri progetti che studieremo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, trasferta a Innsbruck per far nascere la Tav del Brennero e l'Alta velocità con Padova

VeronaSera è in caricamento