Cronaca Quinto / Via Valpantena

Malviventi nell'abitazione del sindaco, Tosi: "Ero a casa ma non ho sentito nulla"

Le dichirazioni del primo cittadino scaligero sulla "visita" di ignoti ricevuta martedì notte. Intanto le forze dell'ordine proseguono nelle indagini

Si trovava nella sua casa di Marzana il sindaco Tosi, quando intorno alle ore 23 alcuni ignoti malviventi hanno provato a penetrare nell'abitazione dal garage. 

"Ero dentro la mia abitazione, ma non mi sono accorto di nulla", ha dichiarato alla stampa locale dopo la riunione con la giunta comunale, 

"Ma da quanto è stato ricostruito qualcuno ha provato ad aprire i garage, cercando di scassinare le serrature, e non so nemmeno se ci sia riuscito". Secondo le prime ricostruzioni, fatte dai carabinieri giunti sul posto dopo la richiesta d'intervento arrivata dalla Valpantena, i malviventi avrebbero spostato la direzione dell'occhio delle telecamere puntate sul vialetto di fronte alle abitazioni, dove il sindaco parcheggia l'auto di servizio. Questo porta gli inquirenti a pensare che gli ignoti visitatori conoscessero già il posto. 

Il sindaco prosegue: "Le tre telecamere davanti ai garage hanno una ripresa a 360 gradi e quindi anche se sono state spostate ritengo che le immagini riescano a identificare bene le persone che le hanno danneggiate. Inoltre, sono state lasciate delle impronte digitali e quindi questo è un ulteriore elemento che potrebbe essere utile per identificare chi ha tentato di entare nella mia casa." In garage poi "oltre alle telecamere c´è anche un allarme acustico, ma questo non è partito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malviventi nell'abitazione del sindaco, Tosi: "Ero a casa ma non ho sentito nulla"

VeronaSera è in caricamento