Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via Centro

Fuggì con una parrucca in testa: arrestata la terza rapinatrice della Cartoleria di via Centro

L'ultima componente della banda di donne che il 18 febbraio rapinò l'esercizio di una 66enne è stata fermata dai carabinieri di Verona, che l'hanno rintracciata in casa della madre

La terza componente della banda di donne, che nel pomeriggio del 18 febbraio aveva rapinato la profumeria-cartoleria Cipriani di via Centro, è stata arresta dai carabinieri di Verona. Si tratta di una veronese di 38 anni, tossicodipendente di lunga data (risulta anche iscritta al Sert) e con diversi precedenti penali alle spalle, dalla ricettazione alla rapina, fino a furto e reati legati alla droga, alcuni dei quali risalgono agli anni '80.
La 38enne, insieme alle complici, era entrata verso le 16 nel negozio e, una volta distratta la titolare di 66 anni chiedendo informazioni su alcuni profumi, una delle tre l'aveva spintonata a terra bloccandola per un braccio. La banda poi si era data alla fuga con alcune centinaia di euro ma alcuni passanti, notata la scena dall'esterno, le avevano bloccate. Tutte tranne lei.
Uscita per ultima dal negozio, con addosso una parrucca e dei pantaloni di una tuta dell’Adidas con strisce fucsia, era stata avvicinata da uno passanti e aveva negato l'episodio appena avvenuto nell'attività. Grazie però alle testimonianze, gli investigatori sono comunque riusciti a risalire alla sua identità e nella giornata di mercoledì sono andati a prelevarla dalla casa della madre, dove indossava gli stessi abiti del 18 febbraio: la titolare e il testimone che l'ha incrociata dopo la rapina, hanno confermato la sua presenza e le sue responsabilità. 

Sempre la 66enne titolare dell'esercizio ha poi raccontato che proprio la 38enne un paio di giorni prima era entrata nel negozio accompagnata da una complice: un sopralluogo per verificare la presenza di eventuali telecamere e sistemi d'allarme, oltre che per studiare le vie di fuga possibili. Anche in quell'occasione le due chiesero informazioni sui profumi, decidendo infine di rimandare il colpo.
Ora la donna si trova rinchiusa in carcere con l'accusa di rapina aggravata come le due complici. Il Gip Isabella Cesari ha convalidato l'arresto e fissato il processo al 19 marzo prossimo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuggì con una parrucca in testa: arrestata la terza rapinatrice della Cartoleria di via Centro

VeronaSera è in caricamento