Cronaca Sommacampagna / Strada San Giorgio

Arrestata una signora di 68 anni: ha tentato di uccidere il marito malato Alzheimer

Secono la tesi dei carabinieri, la donna avrebbe fatto ingerire all'uomo una dose di psicofarmaci tale da causargli uno stato comatoso. La 68enne nega ma le prove in mano agli investigatori confermerebbero le accuse. L'uomo ora è ricoverato a Bussolengo

Gli avrebbe fatto ingerire dosi di psicofarmaci tali da causare nell'uomo uno stato comatoso.

È questa la tesi dei carabinieri della stazione di Villafranca di Verona, che hanno tratto in arresto Renata Speri, di 68 anni, con l'accusa di aver tentato di uccidere il marito Mario Donatoni, 74 anni e disabile al cento per cento.

La donna avrebbe negato ogni cosa, ma gli indizi raccolti dagli investigatori confermerebbero le accuse. Speri strova nel carcere di Montorio mentre Donatoni è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Bussolengo. L'uomo è ancora in pericolo di vita a causa dell'intossicazione da farmaci. 

Le forze dell'ordine ipotizzano che il gesto sia dovuto allo stato di esasperazione della donna, forse stanca di vedere il marito ridotto in quelle condizioni dall'Alzheimer o di prestargli le cure necessarie. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestata una signora di 68 anni: ha tentato di uccidere il marito malato Alzheimer

VeronaSera è in caricamento