Verona, stop sulla Tares. La Provincia chiama, la Regione risponde

Il presidente del Palazzo Scaligero, Giovanni Miozzi, riunisce i sindaci dei 98 comuni veronesi per ribellione alla nuova tassa. Il presidente del Veneto Zaia è al loro fianco: "Trattengano sul territorio i soldi" "

I sindaci dei comuni veronesi riuniti in Provincia a Verona

La Tares, la nuova tassa sui rifiuti e servizi? Darla tutta ai Comuni. Affinché possano disporre di maggiori risorse per pagare opere pubbliche. È la proposta che i sindaci dei 98 Comuni veronesi discuteranno in Provincia (insieme all´Imu), convocati dal presidente Giovanni Miozzi, sindaco di Isola della Scala. Una proposta da girare poi all´Anci, l´associazione nazionale dei Comuni, partendo da Anciveneto, affinché se ne faccia interprete con il governo. “I sindaci hanno pienamente ragione. Sono al loro fianco nella battaglia per trattenere nel territorio, a favore dei cittadini, l’intero importo che questi ultimi pagano per i servizi dei quali hanno bisogno. Basta con i balzelli statali camuffati da tributi locali”. Luca Zaia, presidente del Veneto, si schiera senza se e senza ma a fianco dei primi cittadini che protestano per la quota della nuova tassa sui servizi Tares, una quota delle cui entrate deve andare allo Stato. Proprio per questo, in Loggia di Fra' Giocondo al palazzo Scaligero, Miozzi ha deciso di riunire i sindaci. Il tema all'ordine del giorno sarà dunque la sospensione della Tares.

TARES, A VERONA SI SPENDERA' IN TUTTO IL 20% IN PIU'

UN FAN "ECCELLENTE" - Zaia, a quanto pare, è con loro: “I veneti pagano già a Roma oltre 17 miliardi di tasse, senza che spsso neppure un centesimo torni nei territori sotto forma di aiuti alle imprese, al lavoro, agli enti locali che svolgono fondamentali funzioni di assistenza. A questo– ha ribadito Zaia – si aggiungono ulteriori tassazioni vecchie e nuove, denominate regionali o comunali, che tali sono però solo a parole, in tutto o in parte. Di fatto vengono tolti al nostro territorio che servono a pagare i buchi statali e di altre Regioni tanto spendaccione quanto inefficienti”.

La gente è stufa di questo andazzo senza fine e senza risultati – ha concluso il presidente del Veneto – nel quale si predica austerità che viene chiesta e applicata a chi si rompe la schiena, tra tasse e burocrazia asfissiante, per creare ricchezza per il Paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento