Cronaca Sona / Località Mandolara

Verona, si surriscalda il forno a legna e scoppia l'inferno: finisce distrutta e inagibile la trattoria-pizzeria

Incendio accidentale a "La mandolara", nell'omonima località a San Giorgio in Salici, frazione di Sona. Intervento d'urgenza dei pompieri e del 118 nella notte: all'ospedale due dipendenti intossicati

Danni circoscritti alla struttura che tuttavia è andata praticamente distrutta. E' l'esito dell'incendio scoppiato la notte tra martedì e mercoledì, in in una pizzeria di San Giorgio in Salici, frazione di Sona. Per i fumi sprigionati dal rogo due persone sono state trasferite all'ospedale di Bussolengo. E' accaduto verso mezzanotte e mezza alla trattoria-pizzeria "La mandolara" nella località omonima del paese, in gestione a Doru Iordachescu, di origine romena. Dai primi rilievi dei vigili del fuoco di Verona, intervenuti sul posto per circa due ore, sembrerebbe che a causare i danni sia stato un incendio accidentale dovuto al surriscaldamento del forno a legna facendo partire alcune fiamme che si sono diffuse agli allestimenti del locale, dalle tende ai tavoli. Non si esclude nemmeno che l'incidente provenga da una scarsa manutenzione della canna fumaria.

Il risultato è che la pizzeria è andata distrutta ed è stata dichiarata inagibile dai tecnici. Sul posto anche le pattuglie dei carabinieri di Villafranca che hanno coordinato le operazioni. Il 118 ha provveduto a trasferire le due persone intossicate al Pronto soccorso dove se la sono cavata nel giro di qualche ora. A dare l'allarme è stato proprio uno dei due, dipendente della pizzeria poi finito all'ospedale per intossicazione da fumo assieme al collega. Toccherà ai vigili del fuoco, ora, accertare se l'edificio sia talmente pericolante da pregiudicare qualsiasi attività futura all'interno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, si surriscalda il forno a legna e scoppia l'inferno: finisce distrutta e inagibile la trattoria-pizzeria

VeronaSera è in caricamento