Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Veronetta / Via Venti Settembre

Verona, stordita da alcol e droga minaccia l'ex convivente con un coltello: ancora nei guai la 36enne

Intervento della polizia a Veronetta, all'alba, per cercare di sedare una violenta lite tra la coppia. La donna con una lama da cucine in mano, aveva costretto il compagno a rifugiarsi fuori casa. Intanto altri furti: stavolta al centro estetico

Foto d'archivio

Intervento all'alba per "salvare" l'ex fidanzato dalla donna armata che lo stava minacciando. I poliziotti delle Volanti sono intervenuti nella primissima mattina di lunedì per una lite in un appartamento in via XX Settembre nel quale una donna, sotto gli effetti di alcol e stupefacenti ed armata di un lungo coltello da cucina, aveva costretto l’ex convivente a rifugiarsi fuori di casa.

Giunti sul posto e trovato il malcapitato pieno di profondi graffi, i poliziotti hanno cercato di riportare la donna alla calma ricevendo in cambio soltanto una serie di nuovi insulti e minacce. Così, una volta sequestrato il coltello, la 36enne italiana già nota alle Forze dell’ordine, è stata denunciata a piede libero per i reati di minaccia aggravata e rifiuto di dare indicazioni sulla propria identità.

FURTI - Agenti delle Volanti in azione invece anche domenica pomeriggio per i primi accertamenti di un furto consumato ai danni di un centro estetico di via Marconi dove, intorno alle 18e30, la responsabile si è accorta che dell’assenza di un computer portatile, due biciclette e varie creme di bellezza. I poliziotti hanno potuto appurare che i ladri sono riusciti ad intrufolarsi nel negozio infrangendo il vetro di una finestra posta all’interno della corte condominiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, stordita da alcol e droga minaccia l'ex convivente con un coltello: ancora nei guai la 36enne

VeronaSera è in caricamento