Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Bussolengo / via Ferlina

Verona, stangata sul Comune di Bussolengo, condannato a pagare 6 milioni per la discarica abusiva

Il Tribunale di Verona dà ragione alla società "Magazzini generali Srl" in merito alla compravendita del terreno in località Ferlina in cui sorgeva l'area dell'ex depuratore. Si farà ricorso. Il sindaco: se costretti a pagare sarà default

Stangata da sei milioni di euro per il Comune di Bussolengo. Stavolta i tagli del governo agli enti locali non c’entrano. L’amministrazione veronese è stata invece condannata a pagare sei milioni di euro alla società “Magazzini generali Srl” per la compravendita dell’area dell'ex depuratore in zona Ferlina. È questa la sentenza di primo grado arrivata dal Tribunale civile di Verona, lunedì scorso, con cui si accoglie la richiesta di risoluzione del contratto avanzata dalla società nei confronti del Comune (che dovrà anche pagare oltre 23mila euro di spese legali).

Per l’amministrazione di Bussolengo si prevede un Natale alquanto amaro: dovrà versare il doppio della caparra ricevuta di circa 2,4 milioni di euro. In tutto 5 milioni e 990mila euro. Il giudice ha deciso di dare ragione alla società perché il terreno messo in vendita (quello dell’ex depuratore) non sarebbe stato idoneo alla realizzazione di un capannone industriale perché necessitava di una bonifica. Nel terreno erano infatti stati ritrovati rifiuti andati a formare una discarica abusiva. Fanghi di depurazione e scarti edili, principalmente. Proprio per questo, nel 2010, la Procura di Verona aveva posto sotto sequestro l’area da 36mila metri quadri accusando l’ex sindaco leghista Alviano Mazzi e altri ex amministratori e tecnici comunali di Bussolengo.

La vendita alla “Magazzini generali Srl” risale ad un anno prima, nel 2009. Della cifra concordata il Comune aveva incassato la prima quota di 3 milioni sul totale dei 5 milioni e 900mila. L’affare alla fine saltò proprio per i costi elevati per la bonifica (circa 4 milioni, secondo il Tribunale). Per l’amministrazione guidata dal sindaco Paola Boscaini si tratta dunque di un grave danno a cui far fronte. Il Comune non può far altro che ricorrere in appello contro la sentenza. Se divenisse esecutiva, infatti, il bilancio salterebbe e si troverebbe in default.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, stangata sul Comune di Bussolengo, condannato a pagare 6 milioni per la discarica abusiva

VeronaSera è in caricamento