Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Stalker in manette: perseguitava la ex con pedinamenti e insulti da agosto

Secondo gli investigatori, l'uomo l'avrebbe anche costretta ad avere un rapporto sessuale ma egli nega. Conferma invece gli appostamenti e di aver reso la vita difficile all'ex compagna

È stato sorpreso proprio sotto la casa della donna, con la quale aveva avuto una relazione amorosa, mentre le stava inviando messaggi dal contenuto intimidatorio. Una prassi che l'uomo seguiva da mesi e che in un'occasione ha costretto la donna ad avere un rapporto sessuale con l'ex. Come se non bastasse, sono finiti nel mirino dello stalker anche i genitori della quarantenne.

Quando i carabinieri lo hanno sorpreso, lo hanno trovato in possesso anche di un coltello a serramanico. Nella mattinata di ieri il cinquantenne si è presentato davanti al gip per l'udienza di convalida dell'arresto: la donna che ha inoltrato la denuncia è una collega di lavoro di questo, che terminata la loro storia, si è trovata a vivere un incubo. 

Il cinquantenne ha ammesso di aver reso piuttosto difficile la vita della donna, insultandola e offendendola in luoghi pubblici, ma nega ogni abuso. Appostamenti e pedinamenti proseguivano ininterrottamente da agosto, motivo per cui il giudice ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari, con il divieto di mettersi in contato in qualsiasi modo con la donna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalker in manette: perseguitava la ex con pedinamenti e insulti da agosto

VeronaSera è in caricamento