menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, la stagione turistica entra nel vivo: tanti eventi e immancabile shopping. Si anticipano i saldi

Concerti in Arena, festival musicali e spettacoli: per negozianti e albergatori si attende il boom ma il periodo più felice per gli affari rischia di trasformarsi in delusione. Alcuni corrono ai ripari prima degli sconti autorizzati

Presentazioni, rassegne, cartelloni pronti, concerti, spettacoli. La stagione turistica veronese sta entrando nel vivo e si spera dunque che sia un boom. Da circa due settimane è stato reso pubblico il calendario con tutti gli eventi di “Provincia in festival”, la grandiosa rassegna di arte, musica, danza, cinema e teatro nelle varie località del Veronese. A pochi giorni fa si deve la presentazione ufficiale della stagione lirica, vero fiore all’occhiello dell’estate scaligera. Venerdì 20 giugno si da’ il via ufficiale sulle note de “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi con il giovane veronese Andrea Battistoni a dirigere l’orchestra dell’Arena. Le avvisaglie per un tutto esaurito in città, per effetto dei turisti, sono buone. Già domenica il centro storico ha fatto registrare grandi ondate di curiosi e clienti: tra negozi, musei e sopralluoghi per la lirica. Quest’ultima è la vera occasione degli albergatori veronesi per riempire le stanze.

FESTIVAL LIRICO IN ARENA: 54 SERATA, 6 OPERE, 3 GALA'. IL CARTELLONE COMPLETO

OLTRE MILLE EVENTI IN TUTTO IL VERONESE: È IL PROGRAMMA DI "PROVINCIA IN FESTIVAL"

Presupposti buoni, si diceva, ma non eccellenti: è l’effetto della crisi che evidentemente porta anche gli stranieri, notoriamente più benestanti, ad aprire il portafoglio con riguardo. E così il turismo “mordi-e-fuggi” è anche quello del “risparmiare-più-che-si-può”. La situazione degli hotel è rosea, dato che per la “prima” dell’Opera si prevede il tutto esaurito, come spiega L’Arena. Ma l’incertezza regna sovrana:

«Purtroppo sono tramontati gli anni in cui le prenotazioni arrivavano con largo anticipo, quando gli appassionati di lirica fissavano l'hotel addirittura da un anno all'altro», spiega Giulio Cavara, titolare dell'hotel «Giulietta e Romeo», a due passi dalla Bra. «Certo, la lirica per tutti noi albergatori resta il vero punto di forza. Il problema è dato però dal fatto che le strutture ricettive extra alberghiere sono cresciute in modo esponenziale, e oggi offrono nel centro cittadino una ricettività numericamente maggiore di quella degli alberghi. Insomma, non sono calate le presenze, ma è cresciuta la ricettività e così se per le "prime", che costituiscono vetrine di particolare appeal, gli alberghi si riempiono, poi non credo che la stagione porterà quel tutto esaurito che vedevamo anni fa».

SALDI - La buona notizia per gli appassionati di shopping è che in centro storico qualche negozio ha già avvisato della possibilità di sconti, promozioni e riduzioni dei prezzi normali per i nuovi allestimenti in negozio. C’è ancora tempo per i saldi estivi dato che inizieranno il 5 luglio e termineranno il 31 agosto (otto settimane piene), ma qualcuno azzarda già con cartelli sulle vetrine e negli appendini. Alcuni mostrano “ribassi al 50%”. Come spiega il quotidiano locale, si va dall’abbigliamento intimo ed estremamente semplice (di Tezenis), alle profumerie che mettono in saldo alcuni prodotti (“Marionnaud”) e avvisano i propri clienti tramite sms di sconti del 20 e 30%. Anche i grandi magazzini Coin di via Cappello anticipano il periodo, anche se solo per chi possiede la carta clienti (per loro sconti fino al 50%, si dice).

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento