Verona, sorpresi di notte con carriola e auto piene di angurie: raid di 4 rumeni in una serra

Uno di loro avrebbe cercato di sfuggire all'arresto facendo finta di fare i propri bisogni per strada. Dopo pochi minuti è stato individuato il percorso dei ladri e riscpntrata la presenza del loro passaggio all’interno di una ditta

Intenti a caricare in auto angurie appena rubate, sono stati sorpresi in piena notte da una pattuglia dei carabinieri di Villafranca durante uno dei pattugliamenti organizzati contro i furti in aziende agricole. Sembra aver portato i suoi frutti il potenziamento deciso dal capitano Alberto Granà a Erbè, Trevenzuolo, Sorgà e Nogarole Rocca.

Erano le ore 23e30 del 31 maggio quando l’equipaggio della Radiomobile, proveniente da Isola della Scala e diretto a Nogara, nel passare lungo via Oltre Tione, a Erbè, si è imbattuta in quattro individui i quali, spingendo una carriola carica di angurie, stavano procedendo verso un’auto parcheggiata sul ciglio della strada con il portellone aperto. All’interno erano già state caricate altre angurie.

Ai quattro, identificati come cittadini rumeni tutti di età compresa tra i 30 e i 20 anni (di cui tre disoccupati e senza fissa dimora), è stato chiesto di render conto di questa loro "iniziativa" notturna ma non hanno fornito spiegazioni molto convincenti. Uno di loro avrebbe anche cercato di defilarsi facendo finta di fare i propri bisogni. Dopo pochi minuti i carabinieri sono così riusciti a individuare il percorso appena fatto dai ladri e a riscontrare la presenza del loro passaggio all’interno di una serra di cocomeri. Divelta anche la sbarra in ferro che delimitava il sentiero dal campo coltivato. Addosso a uno dei quattro, anche una tenaglia per spezzare eventuali catene o lucchetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il quartetto è stato portato in caserma ed è stato rintracciato il proprietario dell'azienda che in pochi minuti ha formalizzato la denuncia per furto e danneggiamento di proprietà privata. I ladri sono rinchiusi nelle celle di sicurezze della caserma in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La bella iniziativa del Comune di Bussolengo che favorisce il turismo e andrebbe imitata

  • Coronavirus: in Veneto segnalati +29 casi positivi, a Verona +263 isolamenti in un giorno

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • Nuovi casi positivi al coronavirus nel territorio veronese: tutti i Comuni di appartenenza

  • Si è spento il veronese Alberto Bauli, re del Pandoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento