menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gruppo dell'Avis delle guardie penitenziarie di Verona con il blender donato

Il gruppo dell'Avis delle guardie penitenziarie di Verona con il blender donato

Verona, solidarietà ai piccoli malati: apparecchiature e decine di televisori per i bimbi in ospedale

Mattinata di donazioni per il reparto di Pediatria di Borgo Trento. A far visita ai pazienti prima le guardie penitenziarie di Verona e poi i motociclisti di "Biellescaligere" che si sono messi all'opera per raccogliere fondi

Due simpatiche cerimonie hanno vivacizzato martedì mattina l’unità operativa di Pediatria di Borgo Trento, diretta dal dottor Paolo Biban. Alle 10 il gruppo Avis delle guardie penitenziarie, guidate dal capogruppo Renzo Di Cieri e accompagnati da Maria Grazia Bregoli direttore dell’Avis Verona, hanno consegnato un Blender (apparecchiatura che miscela senza possibilità di errori, aria e ossigeno per i neonati in sala parto). La somma necessaria all’acquisto era stata raccolta nel corso di una cena organizzata nel carcere e che ha visto impegnati in cucina alcuni detenuti che avevano seguito un corso di gastronomia organizzato nel penitenziario.

Alle 11, è stata la volta dell’Abio, Associazione per i bambini in ospedale, di Verona. La presidente Lucia Di Palma ha accompagnato alcuni rappresentanti dell’associazione sportiva "Biellescaligere", presieduta da Matteo Pasetto, che ha donato al reparto tredici televisori per le camere dei piccoli degenti. "Biellescaligere", nata nel 2003, affianca da tempo l’Abio sostenendone i progetti con le cifre raccolte nel corso dei motoraduni e anche con uno stand in comune con Abio, al "Motorbike Expo" che si terrà in Fiera nel prossimo gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento