menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, "soldi e gelosia": 52enne entra nel bar con una pistola e minaccia i clienti

Attimi di paura in un locale di Pescantina dopo le escandescenze di un veronese di Sant'Ambrogio di Valpolicella. La chiamata al 112 fa intervenire i carabinieri che sequestrano l'arma, una scacciacani, e fanno partire la denuncia

A sole 48 ore di tempo dall’ultimo sequestro, la scorsa notte i carabinieri di Pescantina sono intervenuti in flagranza di reato, ritirando un’altra pistola scacciacani che un 52enne di Sant’Ambrogio Valpolicella brandiva per minacciare i titolari di un bar di via Brennero a Pescantina. Gli uomini comandati dal luogotenente Nicola Cipriani sono intervenuti per riportare tutti alla calma in seguito alle escandescenze dell'uomo, scatenate probabilmente per motivi economici e passionali, davanti agli avventori terrorizzati. La chiamata al 112 e l'intervento dei militari è servito a scongiurare che il diverbio degenerasse. A seguito della successiva perquisizione domiciliare è stata rinvenuta e sequestrata una confezione di cartucce a salve per la pistola.

Anche in questa circostanza, così come avvenuto due giorni prima, i carabinieri veronesi hanno dovuto affrontare immediatamente e senza alcuna esitazione una persona armata di pistola brandita in un locale pubblico. Soltanto dopo averlo immobilizzato si sono accorti che si trattava di un’arma caricata a salve, appositamente modificata eliminando il tappo rosso, al fine di farla scambiare per vera. Il responsabile è stato denunciato per minaccia aggravata, porto abusivo di armi e alterazione di arma giocattolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento