Verona, "sniffer" contro i petardi dagli aeroporti al Bentegodi: la polizia becca 4 tifosi dopo la partita

Sperimentazione in città contro l'introduzione negli stadi di bombe carta e fumogeni: nei guai alcuni ultras giallorossi. Due sono stati fermati a Verona Nord in auto. Altri due identificati con le telecamere

Di solito viene utilizzato negli aeroporti, ai controlli di sicurezza. Il passo per adottarne l'uso anche allo stadio, dati anche gli ultimi accadimenti del Bentegodi, è stato breve. Un battesimo avvenuto sabato sera a Verona in occasione della partita di calcio Chievo - Roma per lo "sniffer", un dispositivo tecnologico dotato di sensori per l'individuazione di petardi, candelotti, bombe carta e polvere da sparo. I primi risultati sono arrivati subito, anche se le condizioni del meteo hanno reso difficoltoso il lavoro del "fiutatore". Sono stati controllati tifosi in arrivo in auto e pullman ma nel corso della partita sono ugualmente scoppiati alcuni petardi. I risultati sono stati comunque inoltrati al Ministero dell'Interno. L'apparecchiatura, in dotazione agli artificieri della polizia di stato, ha consentito di ritrovare e sequestrare, a due tifosi romanisti controllati all'uscita del casello autostradale di Verona Nord, tre petardi nascosti nel vano bagagli. Entrambi sono stati denunciati.

La polizia di Verona ha rintracciato anche altri due ultrà giallorossi grazie alla visione dei filmati di video sorveglianza: uno mentre lanciava un fumogeno, l'altro quando accendeva un petardo. I due, residenti a Roma e Reggio Emilia, sono stati denunciati per detenzione e lancio di artificio pirico esplodente. "E' la prima volta che si fa questo tipo di esperimento e i risultati sono soddisfacenti - ha spiegato il questore Vito Danilo Gagliardi -. Affinare le tecniche e poco fortunati dal punto di vista meteo e con apparecchiature delicate non era intelligente poter bagnare le temperature con il rischio di annullarle completamente".

IL VIDEO DIFFUSO DALLA POLIZIA SUI CONTROLLI DOPO CHIEVO-ROMA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento