menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto web

Foto web

Verona, "Sistema che funziona, li aumenteremo": agli asili nido in famiglia arrivano oltre 110mila euro

A Verona e provincia sono 63 e accolgono centinaia di bambini tra i zero e i 3 anni, accuditi da 82 operatrici educative (spesso le stesse mamme) formate dalla Regione Veneto in case, proprie o altrui, che diventano sede di servizio

A Verona sono 63 gli "asili nido in famiglia", diffusi su tutto il territorio della provincia, e che accolgono centinaia di bambini tra i zero e i 3 anni, accuditi da 82 operatrici educative (spesso le stesse mamme) formate dalla Regione Veneto in case, proprie o altrui, che diventano sede di questo specifico servizio per la prima infanzia. Nel 2013 la Regione ha assegnato in provincia di Verona 112mila 410 euro di contributo come Buono Famiglia ai genitori che hanno scelto questa forma di servizio.

Ne informa l’assessore regionale ai Servizi sociali, il veronese Davide Bendinelli, dando conto dell’approvazione da parte della Giunta veneta di un provvedimento, da lui proposto, che delibera un ulteriore contributo di 364mila euro per aumentare in tutto il Veneto i nidi famiglia che sono attualmente 313 gestiti da 506 operatori (tra responsabili organizzativi ed educatori professionali). L’asilo nido "in famiglia" è un nido domiciliare che offre un servizio alternativo rispetto agli asili nido pubblici e privati. Durante il giorno le mamme accolgono altri bambini nella propria casa (fino a un massimo di sei di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni), per accudirli mentre i loro genitori sono al lavoro. I costi vanno da 3 a 6 euro l’ora, secondo la Regione. Non esiste una quota d'iscrizione e si pagano solo le ore di presenza effettiva. Il servizio è nato nell’Europa settentrionale dove è chiamato “Tagesmutter” (mamme di giorno) e negli ultimi anni si sta diffondendo anche in Italia, principalmente nelle regioni del Nord.

“E’ un sistema che funziona molto bene – commenta Bendinelli – e che la Regione Veneto intende aumentare e ottimizzare. Ci confermiamo in prima fila negli aiuti alle famiglie anche sul fronte della prima infanzia. cioè i bambini tra gli zero e i tre anni”. La delibera approvata delinea il programma sui nidi in famiglia della Regione Veneto, secondo quanto stabilito da una deliberazione regionale del 2011 e dall’intesa in sede di Conferenza Unificata tra Regioni e Governo dell’agosto scorso sul Fondo per le politiche per la famiglia.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento