Verona, sequestro record di eroina: 22 chili. La centrale spaccio a Trevenzuolo

Sono un siciliano e due albanesi le tre persone arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Villafranca nel blitz, compiuto assieme ai militari di Verona, in una villetta della provincia scaligera. Droga per oltre 500mila euro

Un sequestro record, di quella polvere che in passato era diventato un incubo, a Verona. Con l'ultima operazione antidroga, i carabinieri sono riusciti a troncare quel traffico di "morte". Sono un siciliano e due albanesi le tre persone arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Villafranca nel blitz, compiuto assieme ai militari della Compagnia di Verona, in una villetta a Trevenzuolo dove sono stati sequestrati 21,7 chilogrammi di eroina.

In carcere sono finiti Angelo Antonio Pellegrino, di Catania, 36 anni, operaio in un macello, sorpreso nella sua abitazione assieme a due albanesi: Algert Cakerri e Arsen Kunuqi, entrambi senza fissa dimora. Sono ancora in corso analisi per stabilire il grado di purezza della droga, sequestrata in blocco con sostanza da taglio e tutte le attrezzature per confezionare dosi in quella che si è rivelata una vera e propria centrale dello spaccio, dove i tre arrestati erano impegnati nella preparazione. L'eroina venduta al dettaglio avrebbe fruttato oltre mezzo milione di euro. L'indagine ha preso il via dal pedinamento e dal fermo di alcuni piccoli pusher che attraverso l'arresto differito hanno collaborato con gli investigatori mettendoli sulle tracce della grossa centrale dello spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi congratulo con i nostri carabinieri per la brillante operazione che ha inferto un duro colpo ai trafficanti di droga". Il comandante provinciale dei carabinieri di Verona, colonnello Pietro Oresta, ha sottolineato con soddisfazione il risultato del lavoro di coordinamento tra i suoi uomini. "E' stato colpito un livello alto nello spaccio - ha spiegato Oresta -. L'ottimo lavoro investigativo che grazie al contributo di tutti i militari dell'Arma impegnati nell'indagine ha portato all'arresto di tre trafficanti e ad un ingente sequestro di droga". Nel blitz, compiuto due sera fa in una villetta a Trevenzuolo, sono stati impegnati venti carabinieri, che hanno circondato l'abitazione sorprendendo i tre arrestati mentre erano al lavoro, preparando lo stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento