Cronaca via Campagna

Verona, piantagione di marijuana nel campo di mais: 25 chili sequestrati

Oltre trenta piante alte fino a due metri, alimentate da un efficientissimo sistema di irrigazione e fertilizzate con estrema cura. Quattro perquisizioni tra Ronco all'Adige e Zevio e altrettante denunce

Non era stata una distesa di comuni piantagioni di granturco ma di “cannabis indica”. Piante alte fino a due metri, alimentate da un efficientissimo sistema di irrigazione e fertilizzate con estrema cura: questa la scoperta che i militari della guardia di finanza di Venezia, a bordo di un elicottero, hanno individuato giovedì scorso, nel corso di un’attività di ricognizione territoriale sulla Bassa veronese. Immediato l’intervento dei colleghi dele Fiamme Gialle di Legnago e delle pattuglie del del Comando provinciale di Verona che hanno “completato” l’attività di perlustrazione della componente aerea con il sequestro di 33 piante di “cannabis indica”, dal peso di circa 25 chili, abilmente occultate nel bel mezzo di una coltivazione di mais.

Dopo aver individuato i proprietari dei terreni agricoli utilizzati per la coltivazione di marijuana, le indagini delle Fiamme Gialle si sono focalizzate ad accertare la loro eventuale responsabilità penale per produzione e illecita detenzione dello stupefacente. Quattro le perquisizioni effettuate nelle località di Ronco all’Adige e Zevio anche con l’aiuto del formidabile fiuto investigativo di “Tama” e “Saca”, i due cani antidroga della Compagnia di Villafranca. L’attività si è conclusa con la denuncia alla competente Autorità Giudiziaria di quattro soggetti, due residenti a Ronco all’Adige e due a Zevio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, piantagione di marijuana nel campo di mais: 25 chili sequestrati

VeronaSera è in caricamento