Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Lungadige Antonio Galtarossa

Verona, seduti anche per andare in edicola: città al quarto posto in Europa per uso d'auto

Cresce il consumo del diesel nel settore trasporti in Europa, a scapito della salute. L'Italia è ancora al top per numero di veicoli per mille abitanti e il capoluogo scaligero ha una parte importante nella classifica

Cresce il consumo del diesel nel settore trasporti in Europa, a scapito della salute. A lanciare l'allerta è l'ultimo rapporto annuale sui trasporti dell'Agenzia europea dell'ambiente (Aea), secondo cui il fenomeno "è una delle principali cause dell'elevata concentrazione di particolato nelle città europee". Secondo l'Aea, il 69% del carburante consumato sulle strade in Europa nel 2012 è diesel, solo il rimanente è benzina. La flotta italiana di veicoli diesel è fra le più numerose del vecchio continente, piazzandosi all'ottavo posto nell'Ue dopo Lussemburgo, Belgio, Austria, Francia, Spagna, Romania e Bulgaria e prima di Portogallo e Germania. E Verona fa la sua parte, dato che è al quarto posto in Europa.

Il diesel "emette più polveri sottili (Pm) e ossidi di azoto (NOx) rispetto alla benzina", avverte l'agenzia europea dell'ambiente. L'Italia in Europa è ancora al top per numero di veicoli per mille abitanti: 610 nel 2011, subito dopo l'Islanda (645) e il Lussemburgo (658). Strategie vincenti per ridurre l'uso delle auto in città si sono rivelati i ticket per accedere al centro come gli ecopass, che hanno portato ad una riduzione del 18% del traffico a Roma fra 2000 e 2005, del 23% a Bologna fra 2004 e 2006 e del 14% in nove mesi fra 2007 e 2008 a Milano. "La vita in città - ha spiegato il direttore esecutivo dell'Aea, Hans Bruyninckx - non deve significare aria inquinata, traffico, rumore e viaggi lunghi". L'auto di fatto è ancora il mezzo preferito dagli italiani nei centri urbani: secondo un'indagine di Eurobarometro, il 52% degli intervistati a Palermo usa l'automobile e il 19% la moto, piazzandosi al secondo posto dopo Lefkosia a Cipro (89% e 2%). Al quarto posto c'è Verona (55% e 11%), all'ottavo posto Napoli (52% e 10%) e al quattordicesimo da Roma (50% e 8%). Il 37% di chi va a lavoro a Roma impiega oltre 30 minuti per arrivare a lavoro, una percentuale che arriva al 65% a Londra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, seduti anche per andare in edicola: città al quarto posto in Europa per uso d'auto

VeronaSera è in caricamento