Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Salizzole / Piazza Castello

Verona, "Scusi, posso sedermi qui per pregare?" e poi fugge con la borsa della perpetua. Acciuffata

Furto in chiesa a Salizzole, durante il lavoro della signora che si occupa di rassettare gli arredi della parrocchia di San Martino Vescovo. Poco dopo nota la fuga della 45enne romena. Viene presa poco distante, dai carabinieri

"Scusi posso accomodarmi qui, per pregare?". È la domanda che si è sentita rivolgere una signora di 73 anni, prima di vedersi soffiare la borsetta, in chiesa. È successo a Salizzole, martedì mattina, all'apertura della parrocchia di San Martino Vescovo, in piazza Castello. La signora, una sorta di "perpetua" volontaria che si occupa delle pulizie e della manutenzione degli arredi della chiesa, alle 9 aveva cominciato a rassettare gli spazi interni quando era stata avvicinata da una donna straniera. Questa le aveva chiesto se poteva accomodarsi per raccogliersi in preghiera in uno dei banchi davanti all'altare. Erano passati solo cinque minuti, tuttavia, quando la giovane si era alzata e aveva in fretta guadagnato l'uscita. Un motivo c'era: dal banco era sparita la borsetta contenente portafoglio e alcuni effetti personali della "perpetua". A quel punto la signora è corsa sul sagrato e ha notato la donna conosciuta poco prima che si allontanava, refurtiva alla mano, in sella ad una bici. La sua ansia è stata notata da un passante che si è fatto raccontare quanto successo ed è scattato l'allarme ad una pattuglia dei carabinieri poco distante.

È stato così che la ladra, una 45enne romena, residente nelle vicinanze e senza alcun precedente penale, è stata fermata e arrestata per furto aggravato. Ha dovuto restituire le poche banconote che aveva rubato, un centinaio di euro, e la borsa in attesa che venissero completate le formalità di rito. L'udienza di convalida dell'arresto si terrà nelle prossime ore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "Scusi, posso sedermi qui per pregare?" e poi fugge con la borsa della perpetua. Acciuffata

VeronaSera è in caricamento