Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Via Eleonora Duse

Verona, scoperti con borse piene di roba rubata parte raffica di offese e botte contro gli agenti

I due 20enni erano stati notati aggirarsi furtivamente ed a lungo fra gli scaffali per poi presentarsi alle casse con in mano solo un rotolo di carta alluminio ma non avevano peraltro i soldi per pagare nemmeno quello

Gli agenti della squadra Volanti sono intervenuti martedì mattina, su richiesta del personale di sicurezza del supermercato di via Duse, per l’ennesimo caso di taccheggio. Due giovani, un ragazzo ed una ragazza, erano stati notati aggirarsi furtivamente ed a lungo fra gli scaffali per poi presentarsi alle casse con in mano solo un rotolo di carta alluminio, non avendo, peraltro, i soldi per pagare nemmeno quello.

Essendo stati avvistati tempestivamente, i poliziotti sono arrivati sul posto trovando ancora i due all’interno del supermercato. I giovani hanno cercato in tutti i modi di evitare il controllo, dicendo di non trovare i propri documenti e proprio in quella fase gli agenti hanno notato la borsa e lo zaino particolarmente “pesanti” che i due avevano con sé. Alla richiesta di mostrare il contenuto è cominciata una raffica di offese che però non ha impedito la perquisizione e la scoperta di merce occultata per un valore di circa 50 euro.

Per tale motivo i due giovani, 28enne marocchino e una 20enne albanese, sono stati tratti in arresto per il reato di tentato furto aggravato in concorso e la ragazza più giovane anche per resistenza a pubblico ufficiale, avendo inveito e colpito gli agenti con calci e pugni mentre veniva fatta salire sulla Volante. Dopo la convalida dell’arresto e del rinvio del processo al 29 settembre, stante la richiesta dei termini a difesa, i due ladruncoli sono tornati liberi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, scoperti con borse piene di roba rubata parte raffica di offese e botte contro gli agenti
VeronaSera è in caricamento