Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Corso Cavour

Dopo la rimozione dal Sert tra Serpelloni e l'Ulss 20 è ormai scontro aperto

L'ex dirigente tenta di difendere il proprio operato, ma non convince il dg Bonavina,che attacca: "c'è stato un uso improprio delle strutture". Intanto sono al vaglio della Procura i legami tra Eihp e il Dipartimento Dipendenze

É di pochi giorni fa la notizia che Serpelloni, ex responsabile del Dipartimento Dipendenze dell'Ulss di Verona è stato licenziato in tronco, come di rado accade nella pubblica amministrazione. Il provvedimento disciplinare, preso “per giusta causa” (è indagato per alcuni contributi erogati dal Dipartimento Politiche antidroga) dal direttore generale Giuseppina Bonavina, va a colpire una figura nota anche fuori dalle mura scaligere, dal momento che proprio Serpelloni è stato a capo del Dipartimento Politiche Antidroga di Palazzo Chigi fino allo scorso anno. A infittire la trama di questa complessa rete sono i progetti gestiti direttamente dal Sert e i rapporti tra i dipendenti di via Germania (sede del Dipartimento Dipendenze di Verona) e l'European Insitute for Health Promotion (Eihp). "Bonavina dice di non essere stata al corrente delle attività di Eihp, ma ha firmato cinque delibere per finanziarla. Associazione trasparente e che ha fatto cose sempre legali", rileva Serpelloni. Le delibere sottoposte alla firma di Bonavina hanno sollevato dubbi relativamente alla procedura "seguita per la predisposizione e l'adozione delle delibere di questa Azienda aventi ad oggetto attività di progettazione del Dipartimento delle Dipendenze finanziate dal Dipartimento Nazionale politiche antidroga dal 2008 ad oggi". Una serie di vicende tra loro correlate, che sembrano far emergere un microcosmo di intricati finanziamenti e "piaceri", che sarà oggetto degli accertamenti di due procure: quella di Roma e quella di Verona.

La Guardia di Finanza, il 7 e il 19 maggio dello scorso anno, aveva controllato gli accessi nella sede di via Valverde, al fine di verificare una serie di collaborazioni attivate dal servizio Dipendenze, oltre al rilevante investimento di milioni di euro, soldi che erano stati stanziati dal Dipartimento nazionale per finanziare progetti coordinati proprio dall'Ulss 20. E' emerso che il Dipartimento ha approvato il finanziamento di 49 progetti, grazie a un budget di 26 milioni di euro. Ma sarebbero almeno 52 milioni, per l'intero periodo tra il 2010 e il 2013, secondo quanto dichiarato da Serpelloni stesso nel curriculum. Con lo svolgimento, tra l'altro, di alcuni servizi finiti in appalto anche allo European Institute for Health Promotion. Serpelloni sottolinea, però, che “la cifra per la Ulss 20 sarebbe molto inferiore poichè l'importo totale assegnato per tutti i 18 progetti del Dpa, dal 2008 è di 4.555.671,38 euro circa. Realmente, ad oggi, incassato effettivo è 2.646.455,65 circa e, comunque, è tutto documentato e giustificato da attività di alto profilo". Tra questi, si va dal progetto “Alert web monitoring”, per il monitoraggio della vendita on-line di sostanze stupefacenti e semi di cannabis e dell'organizzazione via internet di eventi musicali illegali ad alto rischio di uso di droghe, finanziato per 250 mila euro, all'iniziativa “Edu”, per la creazione di una rete nazionale di portali informativi e interattivi per studenti. Per quest'ultima iniziativa sono stati stanziati ben 437mila euro. I progetti scaligeri sarebbero ben 14, cui vanno aggiunti i quattro sostenuti dalle delibere della Giunta Regionale. "Tutto, dai progetti ai bandi per contratti per collaboratori ai finanziamenti, è sempre passato attraverso delibere e convenzioni firmate da Bonavina", rileva Serpelloni, "così come tutte le attività affidate a Eihp. Delibere e convenzioni firmate non solo da lei, ma anche dai tre direttori che venivano poi discusse con gli altri uffici. Impossibile “fare cose sottobanco”.

Ma il licenziamento di Serpelloni non è l’unico che ha colpito il dipartimento Dipendenze veronese. È stato cacciato anche il dirigente medico Oliviero Bosco, mentre risale a novembre l’allontanamento di Maurizio Gomma, che aveva diretto il Sert negli anni in cui Serpelloni era a capo del dipartimento Politiche antidroga di Palazzo Chigi. Il licenziamento di Gomma è derivato da una serie di verifiche effettuate dalla Guardia di Finanza su mandato della Procura, che secondo i vertici dell’Ulss hanno portato alla luce anomalie amministrative. Sotto accusa è, in particolare, una convenzione con l’associazione European Institute for Health Promotion di Verona, il cui comitato scientifico è costituito, tra gli altri, proprio da Bosco e Gomma. Oggetto della discussione non è solo l'utilizzo di locali, attrezzature e tecnologie dell'Ulss 20, ma anche l'attività di sei persone che stavano lavorando nei locali dell'Azienda, senza che ne fosse stata data comunicazione. La scoperta della Guardia di Finanza ha determinato la risoluzione dei contratti con l'Eihp. «Una volta che l'azienda si è accorta dell'inganno ha risolto immediatamente i contratti». In seguito il dottor Maurizio Gomma è stato licenziato. Su questo punto, Bonavina ha asserito che "certamente l'azienda è a conoscenza delle delibere, il punto è che è stata indotta ad adottare le cinque deliberazioni con Eihp sulla base di affermazioni non veritiere (vale a dire il possesso di risorse umane e tecnologiche altamente avanzate da rendere Eihp l'unico soggetto in grado di svolgere l'attività progettuale) del dottor Gomma. Del resto il proponente di una deliberazione è il dirigente che si assume le responsabilità della veridicità di quanto afferma".

"A giugno l'Azienda ha scoperto che risorse umane e tecnologie altamente avanzate erano quelle dell'Azienda e non dell'Associazione". Si trattava, insomma, di un diverso nome con il quale il dipartimento agiva. A dimostrazione di questo è il numero della segreteria dell'Associazione che, in un bando di concorso del 2012, corrisponde totalmente a quello del Dipartimento delle Dipendenze della Ulss 20. Il comitato scientifico che era composto da 13 membri, è stato ieri ridotto di otto di questi, sul sito web dell'Associazione. Ma le tracce dei nomi di quelli che sono stati cancellati sono ancora presenti nel Regolamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la rimozione dal Sert tra Serpelloni e l'Ulss 20 è ormai scontro aperto

VeronaSera è in caricamento